“Se n’è andato sul palco, come aveva sempre sognato”. Lutto nel mondo della musica: si è spento a 70, proprio davanti al suo pubblico, esaudendo così il suo grande desiderio


 

Il mondo della musica piange uno dei padri della scena jam americana, Bruce Hampton, scomparso proprio sul palco del Fox Theatre di Atlanta durante un concerto in cui si festeggiavano i suoi 70 anni. A dare la notizia, che già in un primo momento era stata confermata dagli investigatori arrivati sul posto, sono stati i parenti dell’artista: “Dopo essersi accasciato sul palco, attorniato da amici, dalla famiglia, dai fan e dalla gente che lo amava, il Colonnello Bruce Hampton è morto. La famiglia chiede rispetto e privacy in questo momento difficile”. Colonnello era proprio il soprannome che aveva accompagnato Bruce nel corso della sua carriera, un appellativo che si era assegnato da solo prima di farlo aggiungere ufficialmente al nome nel 2000. Stando alle ricostruzioni fatte dai presenti il 70 enne avrebbe accusato un malore mentre la serata si stava concludendo, cantando “Turn On Your Love Light” con la Tedeschi Trucks Band. (Continua a leggere dopo la foto)






 

La band ha poi dedicato al musicista un ricordo su Facebook: “”La scorsa notte è stata caratterizzata sia dalla tragica scomparsa di uno dei più grandi musicisti ed eroi del nostro tempo, il Col. Bruce Hampton, che dalla celebrazione di un uomo che ha influenzato, cresciuto e spostato i limiti di tutti i musicisti ed esseri umani che sono stati abbastanza fortunati da entrare nella sua sfera ispirazionale”. (Continua a leggere dopo la foto)






 



 

Hampton aveva cominciato la sua carriera negli anni ’60, formando la Hampton Grease Band (gruppo che aveva aperto i concerti per band importanti come Grateful Dead e The Allman Brothers Band). Negli anni successivi aveva contribuito alla nascita di numerose altre band, comprese l’Aquarium Rescue Unit, i Fiji Mariners e i Code Talkers.

Grave lutto per Massimo Ranieri. Il dolore del cantante, il cordoglio dei tantissimi fan sui social per la grave perdita che ha colpito l’artista napoletano

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it