“Stefania Orlando e la ‘mignottocrazia’”. La bella conduttrice, ex di Andrea Roncato, da un po’ è sparita dalla tv. Ma adesso è tornata con in mano una vera ‘bomba’: “Ecco cosa dietro le quinte dello spettacolo…”


 

Per molti annoi l’abbiamo vista in televisione alla conduzione di diversi programmi di successo come I fatti vostri e Uno Mattina In Famiglia. Stefania Orlano è stata sposata con Andrea Roncato, ma poi la loro storia è finita. Oggi, arrivata alla soglia dei 50 anni la bella showgirl (ma anche cantante) dalla pelle diafana è tornata a far parlare di sé e lo ha fatto, vuotando il sacco riguardo a tanti ‘peccatucci’ e segreti del mondo dello spettacolo. La presentatrice da sempre idolo della comunità Lgbt (“Ma io mi sono sempre definita gay friendly”, precisa) ha rilasciato un’intervista al sito gay.it in cui ha criticato duramente alcuni programmi della televisione italiana, in particolare quelli che puntano soprattutto sulla cornaca nera e su un certo sguardo morboso delle notizie, un tipo di fare intrattenimento in cui non si riconosce: “Parlare sempre di omicidi e tragedie provochi emulazione o, nella migliore delle ipotesi, una psicosi sociale”. (Continua a leggere dopo la foto)







Parlando di sé, la Orlando ha le idee molto chiare: “Sono una donna dalle mille sfaccettature, che si sente bon ton, ma anche trasgressiva. Educata, ma anche trucida a buon bisogno”. Non è mai stata una prezzemolina della tv: “Non faccio di tutto per esserci, ma mi piacerebbe esserci di più”, ha dichiarato. Ma anche se non condivide alcuni spettacoli ha detto che potrebbe fare un’eccezione: “Forse il Grande Fratello Vip sarebbe l’unico reality che prenderei in considerazione. Antropologicamente parlando è pur sempre molto interessante”. (Continua a leggere dopo le foto)








 

Stefania è un volto della Rai da sempre e in un suo irriverente pezzo dance, dal titolo A Troia, nel 2011 denunciava l’avanzamento della ‘mignottocrazia’ dietro le quinte del piccolo schermo: “Noto con dispiacere che più si va avanti e più si peggiora. In tutti i sistemi naturalmente, e non solamente in quello televisivo. In A Troia non parlavo solamente di mignottocrazia, ma anche di raccomandazioni maschili. Sarebbe bene specificare che non solo alcune donne vanno avanti prendendo scorciatoie, ma anche moltissimi uomini. E poi, ricordiamoci che non esistono solo raccomandazioni di letto, ma anche quelle politiche. Insomma, oggi, c’è tutto tranne che meritocrazia”.

Ti potrebbe interessare anche: “La carriera e i peccati di letto…”. La confessione di Debora Caprioglio. L’indimenticata lolita maggiorata, lanciata da Tinto Brass e famosa anche per le sue storie d’amore, oggi ha 48 anni. Da allora è passato molto tempo: ecco come la ritroviamo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it