”No dai, non può essere diventato così”. E invece anche le fan più sfegatate si sono dovute arrendere all’evidenza. Sono finiti i tempi in cui era un sex symbol. Canotta e pantaloncini, poi, non fanno che peggiorare la situazione


 

Che il tempo passa per tutti e che il metabolismo non è più quello di una volta è noto. E così capita che con l’avanzare dell’età avanzino anche i chili di troppo e che la pelle non si più tonica come quando eravamo giovani. Ma se succede a noi, comuni mortali, di solito c’è comprensione, non malignità. Mal comune mezzo gaudio, diceva quello. Se invece capita alle star, a quei divi che nell’immaginario collettivo non si possono permettere un passo falso, figurarsi un etto di più, allora son dolori. Tutti lì, col dito (e l’obbiettivo dello smartphone) puntato. Succede soprattutto alle donne vip, ma anche agli uomini. Johnny Depp, lo abbiamo visto di recente, ne è un esempio calzante. Poi ci sono i paparazzi, a cui niente e nessuno sfugge. Nemmeno questo mito del cinema che è stato fotografato durante una giornata di relax in un parco della sua Australia con il pallone da rugby in mano. Nulla di esaltante, se non fosse che dall’ultima volta che l’abbiamo visto è praticamente lievitato. (Continua a leggere dopo la foto)






Che pancetta, ragazzi! Anche le fan più sfegatate del divo hanno inarcato il sopracciglio alla vista del premio Oscar in tenuta sportiva. L’avete riconosciuto? È Russell Crowe che no, non è più il Gladiatore di una volta. Quantomeno per il girovita. Scatti rubati questi, poi finiti su Instagram e quindi in giro per siti e magazine di tutto il mondo. Ma come? Non è lo stesso Russell Crowe che, appena un anno fa, si vantava di aver buttato giù parecchi chili per le riprese di The Nice Guys, il film con Ryan Gosling? (Continua a leggere dopo la foto e il post)








 

Non si può fare a meno di notare quanto si sia (di nuovo) appesantito a vederlo con canotta e pantaloncini. È evidente che ultimamente si è un po’ lasciato andare. Ora, dal Gladiatore sono trascorsi ben 17 anni quindi, per il discorso di cui sopra, è chiaro che l’attore 52enne non abbia gli stessi muscoli e lo stesso fisico scolpito di allora. Ma come la mettiamo adesso che Ridley Scott ha detto di non escludere il sequel del celebre film del 2000? Sir Ridley, 79 anni, ha rivelato a Entertainment Weekly che vorrebbe il ritorno del generale Massimo nonostante la morte dello stesso nelle scene finali del film. “So come farlo tornare – ha spiegato il regista britannico – Stavo facendo quattro chiacchiere con lo studio e mi hanno detto: “Ma è morto”. Ma c’è un modo per farlo tornare. Se si realizzerà, questo non lo so. Il gladiatore è stato nel 2000, quindi Russell un pochino è cambiato. Adesso sta facendo delle cose, però sto cercando di riportarlo qui”.

“Confessa grassona, te li mangi tu i panini di nascosto!”. Lavora in un fast food ma a causa del suo peso viene presa in giro dai clienti. Lei si finge indifferente, ma dentro soffre da morire. Finché, un giorno, non viene umiliata e la sua vita cambia

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it