Le violenze e quell’uomo che la stava ammazzando: ora la ex Miss Italia torna a vivere


 

Un incubo che potrebbe terminare, quello di Arianna David, da anni vittima di stalking e violenze da parte del suo ex compagno, Alessandro Blondino. La ex Miss Italia 1993 ha più volte denunciato – alle autorità e alla stampa – le continue vessazioni fisiche e morali da parte sua, che non accettava la fine della loro storia. Il tribunale di Roma ha così deciso che lui dovrà stare ad almeno 500 metri di distanza dalla ex, vietandogli anche di non comunicare con nessun mezzo con la donna, pena il ritorno ai domiciliari o il carcere. Blondino, fino alla nuova sentenza del riesame, era stato condannato ai domiciliari il 2 aprile scorso dopo che aveva tentato di investire la David.

David e Blondino avevano cominciato la loro relazione quando lei si era separata dal marito, l’imprenditore Marco Bocciolini, da cui aveva avuto due figli. Blondino ha 10 anni in meno (lui 32, lei 43) e minore disponibilità economica della compagna, che grazie a miss Italia e al lavoro da conduttrice televisiva è benestante. Secondo la David sono questi i problemi che hanno angosciato il barista, che ha cominciato a voler sapere in modo ossessivo tutti i particolare della vita della David, con numerose liti che spesso venivano risolte con le maniere forti. Poi quel tentativo di Blondino di investire la compagna, denuncia documentata con foto e referti medici che testimoniano pestaggi subiti più volte. E per lui è stata la prova definitiva.

Miss Italia, incubo infinito per Arianna David: “Ecco perché temo per la mia vita…”

L’inferno della ex Miss Italia: costretta al sesso, botte e minacce di morte. Poi…