Cenerentola “perde i capelli” e la bimba malata di cancro ritrova il sorriso: “Assomiglia a me”


Isabella Harvey, una bimba americana, ha solo 5 anni ma sta combattendo la prima e più dura battaglia della sua vita. Quasi due anni fa le è stato diagnosticata una leucemia. Le prime cure hanno dato risultati poi una ricaduta. Di lì un ciclo di chemioterapia, pesante per una piccola creatura. A cominciato a perdere i capelli e lei ha cominciato a vedersi orribile. “Si vergognava del suo aspetto”, ha detto la madre di Isabella, Pina all’Huffington Post. “Quando i suoi capelli cominciarono a cadere lei aveva 3 anni e non poteva veramente capire. Ma a 5 anni è stato difficile per lei sopportarlo”. Ma, in quanto mamma, sentiva di dover fare qualcosa per la sua bambina. si è dunque rivolta a Gianni Nicole’s Heart of Hope, un’organizzazione che dà sostegno alle famiglie con bambini malati di cancro. La fondazione ha a sua volta contattato Bella Princess LLC, una compagnia di principesse che ha realizzato un servizio fotografico per Isabella il mese scorso, ripresa in posa con Cenerentola. L’intuizione della modella ingaggiata: vestirsi come la reginetta delle favole indossando un cappello senza capelli, mostrando così alla bambina che non aveva niente di cui vergognarsi.

(continua dopo la foto)



 

Prima di quel momento “magico” per Isabella è stato impossibile accettare tutto e, soprattutto, accettarsi. “All’inizio non voleva farlo. Poi ha detto che avrebbe voluto indossare un cappello, per poi rifiutarlo”, ha raccontato la mamma. Poi, appunto, la magia: quell’immagine di una Cenerentola “particolare” l’ha stregata: “Assomiglia proprio a me”. E quindi ha capito che non c’è nulla di cui vergognarsi, se malati. Come ha concluso la mamma di Isabella, quanto è accaduto “ha rinforzato quello che le dico tutti i giorni, che è bellissima. E queste foto le hanno fatto capire che tutti lo pensano”.

A 5 anni malata di cancro: “Io combatto, fatelo anche voi”. Il coraggio di Hannah

Kylie, la bimba malata di tumore che ha inventato lo “zaino-chemio” per i bimbi