“Sto sputando sangue”. Studentessa muore a 24 anni dopo quel piccolo intervento


Leyla Sonmez è morta a seguito di un intervento di rinoplastica. La ragazza, turca, aveva soltanto 24 anni e l’episodio di cronaca risale al febbraio del 2019, ma soltanto in questi giorni stanno emergendo dettagli raccapriccianti su come sarebbe deceduta la giovane. I familiari della vittima ora hanno avanzato ultimamente una nuova denuncia penale. Sotto accusa è infatti il chirurgo che ha eseguito l’operazione, nonché lo staff dell’ospedale in cui è stato svolto quell’intervento rivelatosi fatale.

Leyla ha riscontrato i primi segnali di malessere già poco dopo la mini-operazione, quando lei era ancora ricoverata in clinica per la convalescenza post-operatoria. Alcuni messaggi vocali inviati allora dalla stessa ad alcuni amici, e il cui contenuto è stato divulgato solo recentemente dalla stampa, documentano infatti la sofferenza della giovane in seguito a quel ritocco al naso. (Continua a leggere dopo la foto)






In particolare, nei messaggi registrati con il suo cellulare, Leyla accusava in quegli istanti evidenti segnali di complicazioni post-intervento, tra cui il fatto di “sputare sangue” e di avere “forti dolori addominali. Non ho dormito affatto stanotte”, afferma la studentessa in un file audio da lei diffuso poco dopo la rinoplastica, “Non mi sono sentita per niente bene, ed è passato solo un po’ di tempo dall’intervento”. (Continua a leggere dopo la foto)







<img src=”https://www.caffeinamagazine.it/wp-content/uploads/2021/02/NINTCHDBPICT000634480758-scaled.jpg” Chiara Ferragni presenta la nuova cameretta del figlio Leone: “È uno spettacolo!”. Ma ecco cosa notano i fanalt=”” width=”1927″ height=”2560″ class=”aligncenter size-full wp-image-535602″ />

In un altro messaggio vocale inviato agli amici, la malcapitata denunciava invece: “Mi sta uscendo sangue dal naso e dalla bocca. Credo che dovrò essere rioperata. Ho anche un problema al cuore”. E ancora: “È per questo che ho ecchimosi sulle mani e sui piedi. La mia circolazione è pessima e la mia faccia si è irrigidita”. (Continua a leggere dopo la foto)



 


Tuttavia, nonostante la paziente avesse allora accusato più volte i sintomi di complicazioni post-operatorie, lo staff medico della struttura sanitaria avrebbe sempre riferito ai familiari che la degente “stava bene” e che sarebbe stata rapidamente dimessa e si sarebbe ristabilita presto dai postumi della rinoplastica. A quel punto l’arresto cardiaco e la morte. Ora la denuncia a carico del chirurgo plastico, avanzata stavolta presso il giudice penale di pace di Adana.

Ti potrebbe anche interessare: Travolto sulla strada, muore a 26 anni sotto gli occhi della fidanzata

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it