“Ho 87 anni, sono sola, venite da me a fare il brindisi di Natale?”. La dolcissima richiesta della signora Fedora alla polizia. E lo scatto con gli agenti diventa virale


“Volete venire a casa mia per un brindisi? Sono sola”- Rimasta senza compagna nel giorno di Natale, la signora Fedora, una vedova di 87 anni, ha telefonato alla centrale operativa della Questura di Milano per fare gli auguri e ha voluto invitare gli agenti a casa sua. Il poliziotto che ha risposto al telefono, avendo intuito il desiderio di compagnia dell’anziana, ha inviato due pattuglie della zona.

Così quattro agenti delle volanti hanno raggiunto la signora e hanno trascorso un po’ di tempo con lei. Per la gioia dell’anziana, che ha potuto avere qualcuno con cui parlare e con cui condividere il momento di festa. Questo il racconto, diffuso su Facebook dalla Questura milanese insieme alla foto degli agenti con l’anziana. (Continua a leggere dopo la foto)






“Sono le 14 circa di ieri, quando Claudio, agente in servizio presso la centrale operativa della Questura di Milano, riceve una chiamata diversa dal solito. La signora Fedora, 87 anni, vedova di un poliziotto in pensione, rimasta sola in casa il giorno di Natale, ha pensato di chiamare la polizia per fare gli auguri, invitando anche gli agenti in casa sua. (Continua a leggere dopo la foto)








Claudio, avendo intuito un desiderio di compagnia dell’anziana, di qualcuno con cui parlare, ha inviato due pattuglie della zona”. Così Sergio, Francesco, Graziano e Giambattista, agenti delle volanti Duomo e Duomo bis, hanno raggiunto la signora Fedora nella sua casa ed hanno trascorso un po’ di tempo con lei. (Continua a leggere dopo la foto)

 


“Lei li ha ringraziati per il gesto e per l’attività che la Polizia svolge ogni giorno, ma soprattutto per averle fatto ricordare il tempo in cui era giovane e suo marito prestava servizio nella Polizia di Stato”.

Ti potrebbe anche interessare: “Ecco come Gerry ha scoperto di essere positivo”. Verissimo, Maria De Filippi si commuove parlando del suo amico: “Non ho avuto il coraggio di…”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it