Che fine ha fatto la ‘Angelina Jolie zombie’? L’influencer che aveva scioccato il web è stata arrestata: cosa è successo


La diciannovenne Fatemeh Khishvand è salita alla ribalta sui social media come Sahar Tabar quando nel 2017 ha condiviso delle foto in versione zombie di Angelina Jolie. Le sue immagini avevano attirato 486.000 follower e la sua storia aveva fatto il giro del web con una pioggia di critiche. ”Sembri uno zombie!”; ”Fai paura…”; ”Su un giornale ho visto le foto precedenti alle operazioni, ti sei rovinata. prima eri molto carina”, si leggeva sulle foto.

”Sembri la morte… fai una paura tremenda”; ”Sei un mostro. Ma come ti è saltato in testa di rovinarti così”, erano solo alcuni dei commenti che i follower di Sarah Tabar lasciano sulla galleria fotografica della giovane. Dopo diverse polemiche sullo smodato uso della chirurgia estetica, si era scoperto che in realtà la giovane era cosplayer di Instagram che cerca solo di imitare La Sposa Cadavere, il personaggio dell’omonimo film di Tim Burton. (Continua a leggere dopo la foto)






E soprattutto, che le sue foto decisamente inquietanti erano state frutto di trucco, aggiunta di protesi, lenti a contatto bianche e uso sapiente di Photoshop. “È un modo di esprimere te stesso, una sorta di arte. I miei fan sanno che non è il mio vero volto”, aveva detto infatti la ragazza in un’intervista. (Continua a leggere dopo la foto)






Il 5 ottobre 2019 la giovane era stata arrestata in Iran, insieme ad altre tre influencer di Instagram e pochi giorni fa è arrivata la definitiva condanna per “corruzione di giovani” e “mancanza di rispetto per la Repubblica islamica”. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Lo scorso aprile la giovane aveva contratto il Covid-19, e aveva chiesto di essere rilasciata ma lo stato iraniano si era opposto. Dopo l’annuncio della sua condanna, la famiglia di Sahar Tabar ha chiesto ad Angelina Jolie di intervenire e fare un appello per il ​​suo rilascio.

“Sapete quanto vale?”. Maradona, tra i suoi eredi è guerra all’anello viola: tutti lo vogliono. Chi glielo ha regalato e perché non se ne separava

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it