“Ora consegno cibo in bici per sopravvivere”. Dallo sport al delivery: fa anche 50 km al giorno


Da campione a rider che macina anche 50 chilometri al giorno in bicicletta. Ha fatto subito il giro del mondo la storia di questo ragazzo che ora consegna cibo a domicilio per sopravvivere di giorno e si allena di notte. Irriconoscibile in queste foto, è tutto fuorché uno sconosciuto nel mondo dello sport. Perché è passato dall’oro olimpico nella spada individuale ai Giochi londinesi del 2012 al lavoro di rider ma in un paese lontanissimo da casa sua dove è considerato un eroe nazionale.

Rubén Limardo, 35 anni, è infatti il secondo atleta nella storia del Venezuela a vincere un titolo olimpico dopo il pugile Francisco Rodriguez, oro a Messico ’68. E ora è finito in Polonia, dove per vivere ha iniziato a consegnare cibo come rider per Uber Eats. (Continua dopo la foto)






Un lavoro che lo impegna fino a 12 ore al giorno quello che svolge per le strade di Lodz, terza città polacca più popolosa, Ma non si lamenta, tutt’altro. Limardo, riporta Il Giornale, si dice grato di avere un lavoro, perché così può permettersi di continuare a coltivare il sogno olimpico che condivide con altri 21 connazionali, visto che la Nazionale di scherma venezuelana è in ritiro permanente in Polonia. (Continua dopo la foto)






“Senza sponsor e senza rimborsi spese, dobbiamo inventarci qualcosa per tirare avanti e quello del rider – spiega Limardo – è un lavoro come un altro. Non lo faccio solo io, ma praticamente tutti i miei compagni di squadra. Quanto pedalo? Una media di 50 km al giorno”. Tutto questo mentre si allena per le Olimpiadi di Tokyo la prossima estate, appuntamento a cui non vuole mancare. (Continua dopo foto e post)



 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Ruben Limardo Gascon (@rubenlimardo)

 


La nazionale venezuelana si allena 5 volte a settimana, sempre di mattina perché alle 13 c’è il cambio turno. Poi una doccia e monta in bici: “Ogni volta che faccio una consegna dico a me stesso che anche questo mi aiuterà ad ottenere la medaglia che sogno di conquistare ai Giochi di Tokyo”, ha aggiunto il campione che per il momento ha una nuova occupazione ma resta competitivo, come dimostra l’argento iridato conquistato due anni fa.

“Sei come Cenerentola”. Torture squallide alla figlia per anni: “Nessuno ti ama…”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it