Ugo e Graziella, 65 anni insieme, morti per Covid lo stesso giorno


Ottantanove anni entrambi di cui sessantacinque passati insieme, sono morti a poche ore di distanza per il coronavirus ma in due ospedali diversi. È il Corriere della Sera a raccontare la storia di Ugo Clima e Graziella Aloni, praticamente insieme da una vita, fino all’ultimo. Si erano fidanzati nel 1955.

Come raccontano i figli, all’epoca arrivavano entrambi da Rogoredo. Lei faceva la maestra delle elementari e lui sorvegliava i bambini all’entrata e alla ricreazione di quella stessa scuola “Si occhieggiavano da lontano, senza parlare. Poi papà ruppe il ghiaccio”, il racconto di Stefano al quotidiano, uno dei loro figli. Lui faceva anche il volontario a San Vittore e insegnava aritmetica e italiano ai detenuti prima di approdare all’Olivetti, poi alla Magneti Marelli e rilevare la Mercurio Misura. (Continua dopo la foto)






Lei, prima di essere assunta alla scuola dei Martinitt, si occupava dei bambini di una famiglia benestante e faceva la commessa in un negozio di lusso. Il matrimonio nel 1957 ma prete aveva messo in guardia Graziella da Ugo, “uno scapestrato”. Lei, però, continua il figlio, andò dritta per la sua strada e i fatti le hanno dato ragione. (Continua dopo la foto)






Sempre insieme, fedelissimi fino all’ultimo istante, a 89 anni giocavano ancora insieme con i cruciverba della Settimana Enigmistica e si raccontavano i libri letti. Hanno avuto quattro figli (e anche dieci nipoti e un pronipote) ma solo uno abita a Milano mentre gli altri a Parigi, Roma, Bruxelles. Negli anni la famiglia ha costruito una cascina sulle colline vicino Parma per radunarsi quando possibile. L’ultima volta è successo a metà ottobre. (Continua dopo la foto)



 


Poi il maledetto coronavirus. Quando l’ambulanza è arrivata nella loro casa di piazza Leonardo da Vinci per portare in ospedale Graziella, Ugo non riusciva a trattenere le lacrime e lei gli ha preso la mano. Come riporta ancora il Corriere, gli ha detto: “Da sola no…”. La mattina dopo è stato lui a essere soccorso. Lei ricoverata per Covid a Niguarda, il marito per lo stesso motivo al San Carlo. Si sono spenti due giorni fa, a poche ore uno dall’altra.

Negozi chiusi la domenica, nei bar solo dalle 15 alle 18. La nuova decisione anti Covid

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it