Uccide l’amica incinta, poi le apre la pancia e le strappa il feto: “Volevo un figlio”. Flavia aveva solo 24 anni


Il corpo senza vita di Flavia Godinho Mafra di appena 24 anni è stato trovato in un deposito dalla madre e dal marito. La ragazza è stata uccisa da una sua amica che, invidiosa della sua gravidanza, le ha aperto il ventre e rubato il feto. La terribile storia arriva da Brasile, precisamente da Canelinha, nello stato di Santa Catarina.

Sul caso sta indagando la polizia allo scopo di ricostruire l’intera vicenda. Sono stati il marito e la madre della povera Flavia a scoprire il corpo, i due si erano allarmati non vedendola tornare dalla festa, il “baby shower”, un evento che viene organizzato per celebrare l’imminente nascita di un bambino. (Continua a leggere dopo la foto)






Il marito e la mamma di Flavia hanno cercato la giovane e alla fine l’hanno trovata all’interno di un ripostiglio, notando subito il grande taglio sulla pancia e il feto strappato dal grembo. Come detto, a commettere l’atroce delitto è stata un’amica della vittima, sua ex compagna di scuola letteralmente ossessionata dall’idea di avere un bambino. (Continua a leggere dopo la foto)






La donna aveva subito un aborto qualche mese fa, così ha architettato un piano per attirarla a sé, ucciderla e rubarle la figlia. Proprio l’assassina ha portato la neonata in ospedale assieme al suo compagno. La piccola al momento è salva ed è sorvegliata costantemente dai medici. (Continua a leggere dopo la foto)



 

 

Esperta di pedagogia, Flavia adesso lavorava come supplente a scuola. Il suo corpo, dopo una cerimonia funebre, è stato sepolto nel cimitero di Canelinha. Era sposata da pochi anni ed era in attesa del primo figlio.

“Ho tanta rabbia!”. Rita Dalla Chiesa, il suo messaggio di dolore è un pugno nello stomaco

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it