Coronavirus, 3 gemelli contagiati in gravidanza: è il primo caso al mondo


I medici stanno indagando, in Messico, sul caso di tre neonati gemelli risultati positivi a Covid-19: potrebbe esserci stato un contagio in gravidanza. Il timore è che il virus sia passato dalla mamma ai neonati attraverso la placenta, un caso finora “senza precedenti”, secondo le autorità locali. I contagi neonatali, infatti, finora nel mondo ci sono stati ma sono avvenuti dopo la nascita. Due dei gemellini, un maschio e una femmina, sono ricoverati in condizioni stabili in ospedale nello stato di San Luis Potosì, mentre il terzo fratellino presenta problemi respiratori ed è in terapia.

Le autorità sanitarie locali hanno fatto sapere che nel mondo non sono stati registrati finora contagi in occasione di nascite multiple, dunque il caso viene indagato. “Sarebbe stato impossibile per” i piccoli “essere stati infettati al momento della nascita”, riferisce alla ‘Bbc online’ Monica Liliana Rangel Martinez, segretario di stato alla Salute. I genitori vengono sottoposti ai test e potrebbero essere asintomatici. I tre gemelli, nati il 17 giugno, sono risultati tutti positivi dal giorno della nascita. (Continua a leggere dopo la foto)






Intanto nuove importanti restrizioni nel distretto tedesco di Guetersloh a causa dell’impennata dei casi di contagio da coronavirus legati al locale mattatoio. Ad annunciarlo è stato Armin Laschet, premier del NordReno Westfalia, primo Land tedesco a reintrodurre il lockdown dopo l’allentamento graduale delle restrizioni nelle ultime settimane. Il focolaio “è il più importante” del paese, ha dichiarato. (Continua a leggere dopo la foto)






La stragrande maggioranza dei casi si è comunque verificata tra i dipendenti dell’impianto di lavorazione della carne e solo 24 contagi esterni sono stati registrati. I dati diffusi ieri sera parlavano di 1500 persone risultate positive al test. Le nuove restrizioni porteranno alla chiusura delle palestre, dei cinema e dei bar, oltre a determinare la cancellazione di numerosi eventi culturali. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Le restrizioni sono state estese anche a un secondo distretto, a Warendorf, confinante con quello colpito, dove tornerà il divieto per i raduni, verranno chiuse le palestre e sospesi gli eventi culturali, ha annunciato Karl-Josef Laumann, ministro della Sanità del NordReno Westfalia. Warendorf chiuderà anche le scuole a partire da giovedì, provvedimento già adottato a Guetersloh.

Laura, 200 chili in meno e la trasformazione è ‘choc’. Oggi la protagonista di Vite al limite è così

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it