Crocefisso e Cosima, insieme da 82 anni, muoiono a pochi giorni di distanza


Ci sono storie che scaldano il cuore. Come quella di Crocefisso e Cosima, due anziani coniugi che sono rimasti insieme fino alla fine. Fino a quando il maledetto coronavirus ha deciso di portarseli via a pochi giorni di distanza l’uno dall’altro dopo una vita, ma veramente una vita, senza separarsi mai.

Come riporta il Corriere della Sera, si erano conosciuti quando avevano erano due bambini. Avevano solo 11 anni e praticamente da quel momento non si sono più lasciati: sono rimasti l’uno accanto all’altro per 82 anni. Crocefisso Miglietta e Cosima Serinelli erano di Torchiarolo, in provincia di Brindisi, e sono morti a 93 anni, a pochi giorni di distanza, a causa del coronavirus. (Continua dopo la foto)










Il primo ad aggravarsi è stato Crocefisso, che nel paesino in provincia di Brindisi era conosciuto come “il Capitano”. Crocefisso, che in precedenza era già stato ricoverato per altre patologie prima di essere infettato dal Covid- 19, si è spento il 16 aprile scorso a Lecce. La sua Cosima, invece, è deceduta poco dopo, precisamente il 24 aprile all’ospedale Perrino di Brindisi. (Continua dopo la foto)






È stata la figlia della coppia, Mariella, a raccontare la loro storia d’amore. Ha pubblicato su Facebook una fotografia che ritrae i suoi genitori seduti sul divano con uno striscione con l’arcobaleno con scritto “Andrà tutto bene” e queste parole: “82 anni insieme, una vita insieme e ora non potevate che stare insieme anche in Paradiso – ha scritto Mariella – Adesso ho, anzi, abbiamo due meravigliosi Angeli che ci proteggono da lassù”. (Continua dopo foto e post)



 


“Il mio cuore – ha scritto ancora la figlia di Crocefisso e Cosima – si è straziato due volte prima per te Grande e Meraviglioso Papà e adesso per te Grande e Meravigliosa Mamma, riposate in pace e per piacere datemi forza e coraggio per affrontare tutto questo immane dolore. Vi amo più della mia stessa vita oramai affranta nulla sarà più uguale senza i miei adorati cuccioli”.

Tragedia per festino in quarantena: morti due ragazzi, 18 e 19 anni

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it