Coronavirus, muore in ospedale. La moglie trova una lettera d’addio sul cellulare


Sapendo che forse sarebbe morto di Coronavirus, Jonathan Roberts ha lasciato una lettera di addio sul suo cellulare per la sua famiglia. L’uomo aveva 32 anni quando purtroppo la pandemia l’ha stroncato, per arresto cardiaco, mentre gli Stati Uniti si stanno preparando a ripartire.

Tornata a casa coi i suoi affetti personali, Katie ha trovato nel telefono del marito la lettera scritta prima di morire. “Vi amo con tutto il mio cuore. Mi hai donato la vita migliore che potessi desiderare. Sono così fortunato e orgoglioso di essere tuo marito e il padre di Braedyn e Penny”. E ancora: “Sei davvero unica. Continua a vivere la tua vita con la stessa felicità e passione che mi hanno fatto innamorare di te. Vederti diventare la migliore mamma del mondo per i nostri figli è stata la cosa più forte che io abbia vissuto”. (Continua a leggere dopo la foto)










“Anche se ha combattuto per la sua vita nell’ultimo mese, lo so fino all’ultimo secondo che voleva assicurarsi che io e i bambini stessimo bene”, ha scritto ancora l’uomo nella lettera prima di morire. “Sapeva che doveva dirmi qualcosa perché non sono stato in grado di parlargli da così tanto tempo”. (Continua a leggere dopo la foto)






Jon e Katie si sono conosciuti da studenti all’università presso la Western Connecticut State University. Da amici intimi a fidanzati e infine, nel 2013, sono diventati marito e moglie. Insieme, hanno avuto due figli: Braedyn, 2 anni e mezzo, e Penelope, 10 mesi. Katie e Jon hanno avuto una strada difficile per costruire la loro famiglia, ha detto a BuzzFeed News Katie. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Hanno avuto due aborti spontanei e sono passati attraverso la fecondazione in vitro. Braedyn è nato con gravi problemi neurologici e ai genitori è stato detto che aveva solo sei settimane da vivere, ma miracolosamente è è sopravvissuto. Katie ora si prende cura di lui a tempo pieno. Jon lavorava in tribunale ed era un “padre devoto” e “marito “esemplare.

“Gli ho chiuso l’account social”. Furia Francesco Facchinetti, la decisione sul suo ‘pupillo’ è irremovibile: cosa è successo

 

 

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it