Perde il lavoro per il coronavirus, ma vince al milionario: una cifra esagerata. E ora soldi per tutta la vita


Sembra quasi lo spot per invogliare le persone a giocare al lotto o ai gratta e vinci. E in effetti, più di qualcuno inizierà a farlo anche da noi. Ma partiamo con ordine. Questa è la vicenda di un uomo che ha perso il lavoro a causa della crisi economica causata dalla pandemia di coronavirus ma poi, a cambiare tutto, è arrivata un’incredibile vincita alla lotteria. È quanto successo ad un ragazzo australiano di vent’anni che ha vinto il primo premio da 4,8 milioni di dollari della lotteria d’Australia. Secondo quanto riportato dalla Bbc, l’uomo, di Adelaide, riceverà una rendita di 20mila dollari al mese per i prossimi 20 anni. “Siamo una giovane famiglia, abbiamo un bambino”.

E ancora: “Con questo siamo a posto per il resto delle nostre vite”, ha spiegato il fortunato vincitore, che ha preferito rimanere anonimo. “Sono stato molto stressato negli ultimi tempi, finalmente tiro un sospiro di sollievo. Ora sono felice“. In Italia la situazione è praticamente ribaltata: c’è stato infatti uno stop alla raccolta di tutti i giochi praticabili nelle tabaccherie, con l’unica eccezione dei Gratta&Vinci (c’è ancora speranza). È quanto prevede il provvedimento dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli pubblicato oggi. (Continua a leggere dopo la foto)










Dopo le chiusure di sale da giochi, bingo e scommesse e la sospensione di Lotto e SuperEnalotto, arriva un’ulteriore misura per limitare rischi da contagio da coronavirus che ferma momentaneamente anche 10 e Lotto, MillionDay, Win For Life, VinciCasa e scommesse virtuali. “Negli ultimi giorni, sia gli organi di governo sia le regioni maggiormente esposte al contagio, hanno registrato una situazione di allarme nella inosservanza del divieto di spostamento che ostacola il contrasto alla diffusione del virus”, scrivono i Monopoli. (Continua a leggere dopo la foto)






In tale contesto, “continuano a pervenire segnalazioni che in alcuni esercizi, per i quali non vige obbligo di chiusura, gli avventori continuano a intrattenersi dopo la giocata in attesa delle estrazioni da remoto ovvero della verifica dell’eventuale vincita”. (Continua a leggere dopo la foto)



 


Per “adottare ogni misura finalizzata al contenimento del contagio” l’agenzia dispone dunque “la sospensione della raccolta del gioco presso le tabaccherie e gli esercizi per i quali non vige obbligo di chiusura anche dei giochi numerici “10&Lotto”, “Millionday” e “Winforlife” “Winforlife Vincicasa” nonché delle scommesse su eventi sportivi e non sportivi, ivi compresi quelli simulati”. Rimane consentita «solo la vendita delle lotterie istantanee “Gratta&Vinci”.

Ti potrebbe anche interessare: Elisa Isoardi, colpo basso. Ma non ci sta: reagisce così alla decisione della Rai

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it