“Esausta e disperata, continua a cercare il suo “bambino” in tutta la foresta. Una tragedia per questa madre, a pochi giorni dal Natale”


 

Cammina attraverso la foresta, coperta da una giacca calda e con in mano un bastone. La foto sembra ritrarre una donna nel bel mezzo di una escursione invernale, ma c’è una storia tristissima dietro quest’immagine: solo una settimana prima di Natale questa donna, poliziotto e madre, sta cercando suo figlio – il suo “bambino”- nel sottobosco, sapendo di potersi imbattere nel suo cadavere in ogni momento. Nicola Urquhart sta cercando disperatamente suo figlio di 23 anni, Corrie mcKeague, un addetto della RAF scomparso dopo una notte fuori il 24 settembre. É stato visto nelle prime ore a Bury St. Edmunds, Suffolk, ed è stato dichiarato scomparso quando non ha raggiunto la sua base la mattina dopo. Un potente post su facebook contiene le immagini strazianti che sono diventate virali, con 200.000 condivisioni in una sola giornata. Pippa Jones, la donna che supporta le ricerche e che ha postato la foto, scrive: “Questa foto non avrebbe bisogno di nessuna parola. Per quelli che non lo sanno, questa è Nicola Urquhart. (Continua a leggere dopo la foto)








Lei è un poliziotto di Dunfermline, in Scozia. Quello che sta facendo oggi è cercare suo figlio, una prova che lui sia stato li, o il suo cadavere. Questa madre sta cercando in tutta la foresta suo figlio. Il suo bambino. Lui sarà sempre il suo bambino. Sono 11 settimane che se ne andato ed è quasi Natale. Questa madre sta cercando.. ovunque, per suo figlio. Questa foto è il motivo per cui ho condiviso questo post, chiedendo a tutti di aderire, condividere e donare. C’è un ragazzo di 23 anni li fuori da qualche parte che ora potrebbe essere a casa sua, in Scozia, in pausa dal servizio per Natale, ma non c’è, è scomparso.

(Continua a leggere dopo le foto)





 

Sua madre è esausta, infreddolita, disperata. Lei ha bisogno di voi, di tutti. Aderite al gruppo, condividete i post e donate una sterlina se potete”. Nicola Urquhart ha promesso di continuare a cercare suo figlio e con la sua famiglia, insieme al Suffolk Lowland Search e ai Rescue Team e a volontari pubblici, hanno iniziato a setacciare la foresta tra Barton Mills e Honington, Suffolk, da sabato mattina. Nicola ha detto alla BBC: “Noi speriamo di essere in grado di trovare Corrie e se non lo troveremo oggi continueremo a cercare. Le operazioni per trovare Corrie continuano.

Ti potrebbe anche interessare:  “Non posso crederci, è un incubo”. Per 16 anni porta i fiori sulla tomba dell’adorato padre scomparso nel 2000. Poi, un bel giorno, scopre una verità incredibile

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it