Perdite di sangue dalla vagina, dolori forti e tanta paura. Sta sempre peggio, ma è terrorizzata all’idea di andare dal ginecologo, poi si decide e arriva la diagnosi choc. Ma questo è niente in confronto a quello che ha dovuto fare per i suoi figli


 

Controllare il proprio stato di salute è fondamentale, fare adeguati accertamenti nel caso si avverta qualche disturbo è importantissimo e, spesso,può salvare la vita. Una lezione che sicuramente sarebbe stata d’aiuto a Lisa Gould, mamma di due bambini, Tommy Lee-Gould, 19, e Millie-Mae Parker, 14, che a causa dell’imbarazzo e della sua inerzia ha pagato con la vita, mentre avrebbe potuto curarsi e guarire. Ma Lisa, che aveva 34 anni, era troppo in imbarazzo anche solo di fronte all’idea di fare una visita ginecologica, troppo pudore. Per questo ha trascurato dei sintomi molto seri e non ha preso in tempo un terribile tumore all’utero che nel giro di pochissimo l’ha condotta alla morte. Infatti, quando si è decisa ad andare dal medico, ormai era troppo tardi, e non c’è stato più niente da fare. La cosa più terribile di tutte è che una volta che la donna ha capito di essere allo stadio terminale, ha dovuto pianificare il suo funerale, cercando di far soffrire il meno possibile la sua famiglia. (Continua a leggere dopo la foto) 



Lisa, nonostante tutto, aveva provato a curarsi, facendo subito una chemioterapia estenuante dopo la diagnosi iniziale. Inizialmente aveva  risposto bene e le avevano detto che la malattia era in remissione. Ma appena tre mesi dopo, la terribile notizia: il cancro era tornato, e questa volta, era moltopiù aggressivo e si era diffuso ai suoi nodi linfatici schiena e nel suo inguine. La moglie di Lisa, Amanda Simon Hellwig di 28 anni, ha raccontato che Lisa era troppo spaventata per sottoporsi alle analisi e che è stato solo quando ha iniziato a sanguinare che si è decisa, senza purtroppo avere i risultati sperati.

(Continua a leggere dopo le foto) 



Amanda, parlando della moglie, l’ha definita come una donna forte, vitale: “Diceva sempre che la vita cominciava dopo i 30 – ha raccontato al Mirror – era una bambinona e aveva un gran cuore”. Lisa per mesi aveva avvertito dei sintomi sospetti ma per imbarazzo ha sempre rimandato la visita, fino a quando non si è decisa, ma è arrivata la diagnosi choc. La scorsa estate i medici le hanno detto che le restavano poche settimane da vivere e con l’arrivo dell’autunno Lisa è morta.  Oggi la moglie Amanda ha voluto raccontare la storia di Lisa per esortare tutte le donne a fare regolarmente in controlli e a sottoporsi alle visite ginecologiche: “Anche se possono sembrare imbarazzanti possono salvare la vita”. 

Ti potrebbe interessare anche: Da giorni un fortissimo dolore alla bocca le impedisce di mangiare e, convinta di avere una carie, va dal dentista. Il medico però non trova niente di anomalo nei denti, ma qualcosa di ben più grave e incurabile