“Non puoi lavarti lì…”. Le impediva persino di curare la sua igiene intima: il motivo per cui il ragazzo le ha fatto questo (e tante altre violenze ancora) è davvero assurdo. Una cosa mai vista


 

 

Si parla sempre più di violenza sulle donne e casi estremi di omicidi. La storia che vi stiamo raccontando rientra, purtroppo, nella categoria della ossessione e della possessione. Di questi episodi ne accadono migliaia in ogni angolo del mondo. Questo, non viene da così lontano. Si chiama Mitchell Bain, infatti, ha 20 anni ed è il protagonista di una triste vicenda raccontata dai media inglesi: il giovane, infatti, ha a lungo impedito alla sua fidanzata di lavarsi, truccarsi e indossare vestiti carini per pura gelosia. Bain, al culmine di un vero e proprio delirio di possessione nei confronti della sua povera compagna, è arrivato a vietarle di prendersi cura persino del suo igiene personale. Il ventenne è stato denunciato e dopo diversi interrogatori ha ammesso le sue responsabilità, confermando non solo le accuse che la giovane gli aveva mosso ma anche dichiarando di aver picchiato la sua fidanzata. (Continua a leggere dopo la foto)



Inoltre il giovane ha ammesso di averla vessata impedendole addirittura di uscire di casa senza il suo permesso. È mai possibile nel 2016 che accadano ancora cose di questo tipo e che i protagonisti siano dei ventenni? Stando a quanto racconta Metro, Brain avrebbe invitato la sua compagna a vivere con lui e da qual momento ha iniziato ad avere un controllo maniacale sulla vita della donna.

(Continua a leggere dopo le foto)



 

Le violenze sono venute fuori dallo scorso luglio, quando la fidanzata è stata picchiata con talmente tanta forza che è stato necessario il suo ricovero in ospedale. I dottori  hanno così sporto denuncia ed è venuto a galla quello che la donna per mesi era costretta a subire. Nei prossimi giorni Brain sarà condannato e per ora è stato emesso un ordine restrittivo che gli impedisce di avvicinarsi alla sua ex.

 

Ti potrebbe interessare anche:  “Zocc… devi essere stuprata, siete la mer…”: valanga razzista contro la bella attrice rom