“Lo ha obbligato a togliersi i pantaloni. Poi si è avvicinata e…”. Choc a scuola: l’incredibile retroscena a luci rosse che ha visto finire nella bufera lei, insegnante da sempre molto apprezzata


 

“Ha abusato della sua posizione di potere per spingere il ragazzo a intrecciare con lei una relazione di natura prettamente sessuale”. Questa la terribile accusa che ha fatto finire nel mirino della stampa Trudy Hill, insegnante di 32 anni che lo scorso 8 dicembre è stata arrestata negli Stati Uniti, a San Jose, ed è ora di conoscere la sentenza del giudice. Un caso scottante il suo, che ha sconvolto le famiglie degli studenti della Santa Teresa High School, istituto dove la donna insegnava da tre anni. Originaria della California, Trudy è stata anche insegnante di nuoto nel corso della sua vita e da sempre vive a contatto con ragazzi e bambini di ogni età, impartendo anche lezioni private al di fuori dell’orario scolastico. Una vicenda, la sua, che ha fatto infuriare gli utenti, che si sono scagliati contro la professoressa ma che non hanno risparmiato accuse anche al giovane coinvolto nella vicenda. (Continua a leggere dopo la foto)



Lei ha negato tutto, sostenendo di non aver effettuato nessuna pressione sul 17enne. Stando a quanto riportato dal tabloid anglosassone Metro, però, gli investigatori parlano di una relazione basata “su ripetuti rapporti orali” tra i due, con l’insegnante che avrebbe anche inviato allo studente del materiale pornografico nel corso di un lungo scambio di messaggi. (Continua a leggere dopo la foto)


 


 

Mentre in rete continuano gli scontri verbali tra internauti sull’accaduto, per una vicenda che nel complesso ha scosso parecchio gli animi della comunità, la donna è stata momentaneamente sospesa dall’insegnamento in attesa che il giudice decida se credere alla sua versione dei fatti o meno.

“Mia moglie è scappata con l’insegnante di salsa, aiutatemi a riportarla a casa”