“Non è possibile, è morto così”. Destino infame e beffardo: sconfigge il cancro tre volte e due la meningite. Ma quello che succede a questo ragazzo poco più che trentenne è davvero ingiusto. Giudicate voi


 

 

“Non era destino…”, quante volte l’abbiamo sentito dire (o l’abbiamo detto noi stessi). “Non era destino”, una di quelle frasi che non sappiamo bene a cosa si riferisce fino a che non conosciamo storie come quelle di Ryan McCau, un ingegnere irlandese di trent’anni. Come racconta il tabloid britannico The Daily Mail, Ryan ha vinto il cancro per ben tre volte, è sopravvissuto a due attacchi di meningite, è stato in coma per un mese in seguito ad un incidente stradale ed è morto per uno scontro automobilistico a pochi chilometri da casa. Ryan McCaul ha perso la vita lunedì 5 dicembre dopo una collisione tra una macchina e un furgone su una strada tra Derry e Belfast, in Irlanda. Subito dopo la polizia ha lanciato un appello per avere informazioni e chiesto ai testimoni che hanno assistito all’incidente fatale di farsi avanti. Insomma, la medicina e a sua tempra, lo avevano salvato da morte certa per almeno 5 volte, ma a niente sono serviti quando di mezzo ci si mette anche la sfortuna più nera. E pensare che l’uomo, dieci anni fa, era rimasto in coma per un mese dopo essere sopravvissuto ad un altro incidente. (Continua dopo la foto)








Un suo parente, Tony McCaul, consigliere del Sinn Fein (il partito repubblicano, cattolico e indipendentista d’Irlanda), ha detto al Belfast Live: “La famiglia di Ryan è devastata dal dolore” e lo ricorda come un “bravo ragazzo, allegro e con il sorriso sulle labbra. Ha vinto il cancro tre volte e si occupava di beneficenza per la ricerca”. La morte ha vinto, in fondo vince sempre, ma c’è qualcosa nella storia di Ryan che ha qualcosa di davvero misterioso.

(Continua dopo le foto)





 

“Doveva morire sin dalla prima volta”, ha probabilmente pensato qualcuno, ma così non è stato: la sua voglia di vivere, la sua solarità, lo hanno spinto a vivere e vivere, sbeffeggiando la morte. Ora però il conto è arrivato e per quanto salato esso sia di certo non è in anticipo per McCau, suo malgrado. Aspettava da tempo il momento di andarsene, ma nessuno si sarebbe mai aspettato che non fosse una malattia a piegarlo per sempre.

Ti potrebbe anche interessare:  Era il 1999 e Anastacia, con la sua voce possente e il singolo I’m outta love, aveva conquistato milioni di fan. Poi è scomparsa dalle scene per combattere il cancro (per ben due volte) e adesso si mostra nuda sui social: ecco com’è diventata

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it