Avevano affittato una villetta sul mare per trascorrere una vacanza da sogno. Per Alberto e sua moglie era finalmente arrivato un momento di relax. Per poco, purtroppo, perché quello che è accaduto è terribile


 

Un altro omicidio di italiani in Brasile, il secondo nel giro di neanche un mese, anche se a centinaia di chilometri di distanza l’uno dall’altro. Dopo l’assassinio di Pamela Canzonieri, 36 anni di Ragusa, uccisa il 17 novembre scorso a Morro di San Paolo, nello Stato di Bahia da un vicino, questa volta è toccato a un supermanager milanese, rimasto vittima di una rapina cruenta in casa. Alberto Antonio Pierluigi Baroli, 51 anni, è stato ucciso a coltellate nella sua villa a Beberibe, mentre cercava di difendersi. Il turista – di Milano ma residente a Parigi – è stato accoltellato a morte nella villetta che aveva affittato per una vacanza sulla spiaggia di Beberibe, nello stato del Nordest di Cearà. I rapinatori sono entrati di notte, hanno rinchiuso nel bagno la moglie di Baroli che avrebbe reagito all’aggressione ed è stato colpito a morte con un grosso coltello da cucina, trovato sul posto. I rapinatori sono fuggiti con l’iPhone della vittima, un notebook e circa cinquemila euro in contanti (Continua a leggere dopo la foto)



Prima di scappare i rapinatori hanno portato via 5mila euro, il cellulare e il computer di Baroli. Come ricostruisce La Stampa, la moglie, quando ha capito che gli aggressori erano usciti, ha chiamato aiuto svegliando un vicino di casa. Quest’ultimo ha quindi avvertito le autorità che ora stanno dando la caccia ai banditi. Secondo la polizia, il gruppo di rapinatori aveva compiuto un altro colpo in una casa poco distante da quella della coppia di turisti italiani.

(Continua a leggere dopo la foto)


 


 

Domenica 4 dicembre la polizia civile ha arrestato Damiana Paiva da Silva, 27 anni, la donna sospettata della morte di Baroli. Seconda la polizia avrebbe commesso la rapina insieme a due nipoti di 16 anni (un ragazzo e una ragazza) e a due uomini. Socorro Portela, capo della Divisione omicidi, ha rivelato che il materiale rubato è stato sequestrato nella casa dei due adolescenti, a Fortaleza, dove gli agenti hanno trovato anche i beni rubati da un appartamento vicino a quello dei due italiani. I precedenti – Meno di un mese fa a Morro de Sao Paulo era stata assassinata l’italiana Pamela Canzonieri, 39enne originaria di Ragusa. Per il delitto è stato arrestato un uomo che ha confessato. Il 25 dicembre 2014 a Jericoacoara venne uccisa Gaia Molinari, 29 anni. Fu arrestata una sua amica brasiliana.

‘’Ecco dov’è il corpo’’. Omicidio Isabella Noventa, clamorosa e inaspettata svolta nel caso della segretaria scomparsa. Prima la ricostruzione di Freddy Sorgato, poi la confessione di Manuela Cacco e adesso la verità