Morirà prima di Natale e non vedrà il piccolo Ted scartare i suoi regali. ”Aiutatemi”, parte l’appello accorato di questo giovane padre che non vuole perdere sua moglie


 

Natale è vicino ma lui è disperato e, confidando nella generosità della rete, ha lanciato un appello per raccogliere 100.000 dollari che faranno sì che la sua moglie – che sta per morire – viva fin0 a che il loro figlioletto non scarti i regali di Natale. Una storia di una tristezza sconvolgente. Ma anche una storia di amore profondo che vede protagonista Ed Cusick, 40 anni, determinato a garantire a sua moglie lo spettacolo più bello: il loro bambinetto di 21 mesi che scarta i regali di Natale. A Nina, che fa la graphic design, è stato diagnosticato un cancro all’intestino a febbraio dello scorso anno. Ora, però, il cancro si è diffuso al fegato e alle ossa e la situazione sta precipitando. Ora la donna – 34 anni – spera di poter prendere parte a un progetto sperimentale che potrebbe curare completamente la sua malattia. Ma i medici hanno detto che, a meno che la donna non si sottoponga a una cura a base di un farmaco chiamato Regorafenib potrebbe non arrivare all’anno prossimo, cioè l’anno in cui il progetto di sperimentazione partirebbe. Continua a leggere dopo la foto

 






Il problema è che la cura è costosissima: una confezione – che dura per 3 settimane – costa 5.299 sterline e la famiglia di Nina – che è una famiglia umile – non può permettersi una cura così costosa. Tra le altre cose, Ed ha smesso di lavorare per stare accanto alla moglie e questo ha peggiorato ulteriormente la loro situazione economica. Ora, perciò, ha lanciato una campagna online per raccogliere fondi per aiutare la moglie: spera che quelle 100.000 sterline tengano in vita sua moglie fino al periodo della sperimentazione. “So che per le persone è difficile donare nel periodo natalizio – ha detto Ed al Mirror – ma io ci provo: voglio dare a mia moglie una chance di sopravvivere per veder crescere il nostro bimbo”. Continua a leggere dopo le foto








 

“Non posso smettere di sperare o morirò anche io insieme a lei. Per questo farò tutto ciò che servirà per tentare di non farla morire così giovane”. Alla donna è stato diagnosticato un cancro all’intestino a febbraio dello scorso anno quando, 6 settimane prima che si concludesse il suo tempo, ha dato alla luce il piccolo Ted. È stato allora che i medici hanno fatto la scoperta terribile. All’inizio le avevano detto che non sarebbe sopravvissuta per più di 6 settimane, poi, dopo una serie di esami più approfonditi, i medici hanno scoperto che il Regorafenib l’avrebbe aiutata a stare meglio. Cosa che è successa. Il problema è quello che dicevamo sopra: il farmaco è molto costoso, Ed non lavora più, la famiglia ha finito i soldi e, affinché Nina possa sperare di partecipare alla sperimentazione deve continuare a prenderlo.  

Leggi anche: “Ho il cancro al seno, è terribile. Purtroppo è arrivata la conferma”. L’annuncio choc che ha lasciato i fan a bocca aperta: lei, moglie vip, confessa il suo dramma

 

 

 

 

 

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it