Stava bene, poi inizia a stare male, sempre peggio e subito la corsa in ospedale. Sembrava solo una febbre e invece finisce in coma. I medici non avevano capito cosa avesse, poi la terribile scoperta e nessuno ci ha pensato in tempo


 

Per un padre e una madre quando il loro piccolo si ammala iniziano un mare di preoccupazioni. Inizialmente, si pensa sempre a un male passeggero, a una cosa da nulla, ma poi, se la situazione si aggrava, iniziano momenti di panico, ma sempre con la speranza che la medicina possa risolvere tutto. Per i genitori del piccolo Jonathan Daniel Ramirez Porter, di Ferndale, è stato così. Dopo aver capito che il bimbo di 6 anni non aveva un semplice malanno sono corsi in ospedale, dove il piccolo è stato ricoverato e sottoposto a tutte le cure immaginabili. Solo che nessuno riusciva a capire cosa avesse, nessun medico era in grado di curarlo. Così, Jonathan è morto pochi giorni fa a Seattle per una malattia misteriosa simile alla poliomielite, che sta colpendo negli Stati Uniti.

(Continua a leggere dopo la foto)








Questa malattia rara è la mielite flaccida acuta (Afm), una patologia che nelle recenti settimane ha colpito 9 bambini solo nello stato di Washington, portando alla morte del piccolo Jonathan, il bimbo, che secondo il ‘Washington Post’ ha mostrato i primi sintomi della patologia il 12 ottobre, il 15 ottobre si era aggravato ed è stato portato al Children Hospital di Seattle, dove le sue condizioni avrebbero tenuto in scacco per giorni i medici, come ha sostenuto la mamma. Il bambino, sottoposto a coma indotto e tenuto in vita dai macchinari, è morto il 30 ottobre.

 

(Continua a leggere dopo il post)

I Centers for Disease Control (Cdc) stanno monitorando la patologia dal 2014, e quest’anno segnalano un raddoppio di nuovi casi negli Usa nel mese di settembre, rispetto ad agosto. Per un totale di 89 casi nel 2016 in 33 stati. La condizione ha un esordio improvviso e spesso è preceduta da una febbre o un grave mal di testa, e se in alcuni casi questa simil-polio provoca la paralisi di un arto, in altri la paralisi colpisce i muscoli che controllano la respirazione e questo rende necessario ricorrere alle macchine per tenere in vita il paziente. I Cdc indagano su questa malattia, di cui non è ancora nota la causa.

Ti potrebbe interessare anche: È il primo caso in Europa. Il povero piccolo aveva una malattia in stato terminale e nessuna speranza di sopravvivere. E così è stata presa la tragica decisione che sconvolge tutti…

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it