Prima notte di nozze choc. Si amano alla follia e decidono di non consumare fino al giorno del matrimonio. Poi si sposano e, al momento di consumare il rapporto, succede il peggio…


Era una donna divorziata e una mamma single quando ha incontrato quell’uomo che aveva il carisma e le maniere di un principe. Subito ha perso la testa per lui che aveva iniziato a corteggiarla in modo serrato. Lei sapeva che lui la amava veramente: a lui, del sesso, non importava nulla. A lui importava solo di stare con lei. E infatti tra di loro non c’erano rapporti. Avevano deciso di comune accordo che avrebbero fatto sesso insieme solo dopo essere diventati marito e moglie. Lui era più giovane di lei (che era alla fine dei 30) e sembrava l’uomo perfetto. Questo fino al giorno del matrimonio.

Da quel momento, è diventato un violento, attento a controllare qualunque movimento della moglie. È quanto la donna – che ha preferito restare anonima – ha rivelato a Mamamia. “Il nostro matrimonio non è durato a lungo – ha spiegato la donna – l’ho buttato fuori casa dopo un episodio di violenza che mi ha lasciato senza parole. Poco dopo ho scoperto di essere incinta così gli ho detto di tornare dopo avergli fatto promettere che sarebbe cambiato. Il suo atteggiamento, però, non ha fatto che peggiorare. A quel punto, ho deciso di lasciarlo e di concentrarmi solo sul mio ruolo di mamma”. (Continua a leggere dopo la foto)







Tutto sembrava normale. Fin quando un giorno, 8 anni dopo il matrimonio, la donna inizia a sentirsi male. ”Ho passato 8 mesi dalla mia vita dal medico a farmi prescrivere antibiotici che, però, non servivano assolutamente a nulla. Non riuscivamo a capire di cosa si trattasse”. Dolori in tutto il corpo, micosi alle unghie, capelli che cadevano e una perdita di peso repentina e preoccupante: questi erano i sintomi della donna che un giorno prende coraggio, va dal medico e gli chiede se è possibile che abbia un cancro. Dopo una lastra, i medici scoprono che la donna ha un cancro al cervello e, da un ulteriore esame, che ha la toxoplasmosi. (Continua a leggere dopo le foto)





 

”Ma io non ero incinta così i medici hanno ipotizzato che avessi qualche problema al sistema immunitario. È stato allora che mi hanno fatto il test dell’Hiv. Due giorni dopo i medici sono tornati da me e, quando hanno chiuso le tende intorno al mio letto, ho capito che ai trattava di qualcosa di grave. Avevo l’Hiv. Lo avevo da 9 anni”. Ma la parte peggiore della storia, quella che vi farà infuriare, deve ancora venire. A quel punto la donna capisce che il responsabile di quell’errore è ”lui”. Così lo chiama e incalza: ”Ti rendi conto di aver giovato alla roulette russa con me? Ho anche allattato il nostro bimbo: hai messo a repentaglio la vita di tutti…”. La risposta di lui? Le attacca il telefono in faccia. E quella è l’ultima volta che lei lo sentirà… Dopo 9 mesi di ospedale, la donna sta meglio anche se i segni della malattia che continua ad avanzare sono sempre più evidenti.

Leggi anche: Matrimonio porno (e dell’orrore). Lei è inginocchiata, lui le si avvicina con fare malizioso, si abbassa i pantaloni e lo tira fuori. Poi, davanti a tutti, la sposa “lo fa”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it