Neonato abbandonato in strada. La polizia alla mamma: “Torna, ti aiutiamo”


Siamo a Londra, è qui che un bambino appena nato è stato trovato nella mattinata di sabato 25 gennaio, in una strada molto trafficata a est della capitale del Regno Unito. A darne notizia sono i media locali, secondo cui il piccolo, un maschietto, era stato abbandonato nel quartiere londinese di Dalston. Il neonato, secondo quanto reso noto dalle autorità che hanno lanciato un appello alla madre, era nato solo da poche ore e verosimilmente a casa, o comunque non in una struttura ospedaliera. Il piccolo era avvolto in una coperta e a trovarlo, intorno alle 11.40 del mattino, è stato un passante. Dato l’allarme, il bambino è stato portato in ospedale dove sta ricevendo le cure del caso.

“La cosa più importante è il benessere di mamma e figlio” – E intanto la polizia ha lanciato un appello alla madre del piccolo attraverso l’ispettore Kevin Weeks, che coordina le indagini: “Le chiediamo di farsi viva – ha detto l’ispettore di polizia -, non solo per evitare conseguenze legali più gravi, ma anche e sopratutto per la sua salute. Vogliamo sapere se la donna sta bene e se abbia bisogno di cure mediche, la cosa più importante per noi è il benessere di questa mamma e del suo bambino”. Continua a leggere dopo la foto









E da qui anche un appello a chiunque dovesse avere informazioni: “Ci aiuti a riunire questo bambino con la sua mamma”. Continua a leggere dopo la foto






In Italia invece, durante la notte della Befana, un papà e la compagna si sono non solo dimenticati della calza coi dolci (che magari non è nemmeno adatta a un neonato) ma hanno anche abbandonato il loro bimbo, di soli quattro mesi, alle ore più spaventose della sua vita appena cominciata. Continua a leggere dopo la foto



 


Dimenticato nell’androne di casa, dentro l’ovetto-carrozzina, lasciato a piangere disperato fin quando di lui non si sono accorti i quattro ragazzi che abitano al piano di sopra, soccorso con l’ambulanza chiamata dalla polizia, ricoverato in pediatria, reparto al quale adesso è stato affidato insieme al fratellino poco più grande, un anno e mezzo, anche lui tolto dalla procura dei minori a genitori la cui affidabilità è ancora tutta da verificare.

Ti potrebbe anche interessare: L’Italia trema ancora: due scosse ravvicinate, l’ultima ieri sera

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it