Choc in albergo. Durante i lavori di ristrutturazione un operaio trova un biglietto, scritto a mano, nascosto in una delle camere. E quelle parole hanno lasciato tutti, polizia compresa, di sasso. Cosa c’è scritto


 

Un foglio rimasto in una camera d’albergo per chissà quanto tempo potrebbe rivelare una agghiacciante verità. Poche parole scritte che descrivono cosa avveniva in quella stanza. A fare la macabra scoperta un uomo, la cui identità non è stata rivelata, che si apprestava a svolgere alcuni lavori di ristrutturazione nelle camere dello Sheraton di Raleigh, nella Carolina del Nord. Adesso la lettera è al vaglio degli inquirenti che stanno cercando di capire se si tratta di una confessione terribile o di uno scherzo di cattivo gusto. Secondo quanto riportato dall’emittente Abc11, l’uomo si trovava in una suite matrimoniale al settimo piano quando, spostando alcuni mobili, ha trovato la nota scritta a mano attaccata al retro di un quadro. (Continua a leggere dopo la foto)



Su quel foglio di carta erano descritti alcuni crimini presumibilmente avvenuti, come indicato, tra il 2008 e il 2011: “Ho selezionato le mie vittime dal college e da appartamenti adiacenti alla finestra di questa stanza. Le imbavagliavo per non disturbare gli altri ospiti e iniziavo la “procedura”. Ancora non è chiaro in cosa consistesse questa “procedura” ma l’autore del messaggio, dopo aver accennato alla sodomia, ha continuato scrivendo di aver compiuto le azioni con la volontà di “aiutare le vittime a essere libere da questo mondo e per andare incontro alla comunità”. (Continua a leggere dopo la foto)


 

La “confessione” si conclude puntualizzando che non ci sono testimoni di quanto accaduto, ma l’autore sentiva l’esigenza di lasciare questo messaggio in modo tale che qualcuno potesse comprendere quanto successo. Davvero agghiaccianti le ultime parole: “Sei tu la persona che mi salverà?”. Il foglio e le sue frasi deliranti, adesso, sono nelle mani degli investigatori. La polizia ha riferito di non essere a conoscenza di reati che corrispondono alla presunta confessione, ma ha deciso di indagare. Insomma se si sia trattato di uno scherzo o di una verità nascosta, resta il fatto che quelle parole sono da brividi.

“Uccidilo – ordina alla sua guardia del corpo – ma prima deve leccarmi i piedi…”. Un caso choc scuote l’Europa. Altro che principesse delle favole: una storia agghiacciante alla quale faticherete a credere