“I tuoi figli non dovevano nascere!”. Le urlano per strada e lei si chiude ancora di più in se stessa per quel dono tanto prezioso infangato da chi neppure la conosce. La sua sola “colpa”, quella di voler essere madre nonostante tutto…


 

Essere madre, il desiderio di ogni donna. Più che un desiderio, un dono. Per tutte, ma non per lei che, per strada, si è sentita urlare ogni genere di cattiveria. “Incosciente”, “Egoista”, e altre carinerie. La sua colpa? Avere avuto due bambini e soffrire di un handicap del campo visivo che, nel corso degli anni, l’ha portata alla quasi totale cecità. Lei si chiama Loren Harris, ha 28 anni e vive a Chistchurch in Nuova Zelanda. Poche settimana dopo a nascita le è stata diagnosticata una malformazione: cataratta congenita monolaterale. Un problema che progressivamente si è evoluto, sfociando in glaucoma. All’età di 20 anni, ha perso la vista dal suo occhio sinistro, poi sostituito da una protesi. Ma la donna non si è lasciata vincere e, giorno dopo giorno, cerca di condurre una vita normale per se stessa e per il bene dei figli.

Il sostegno della comunità però non è così scontato, anzi, tutt’altro.

(continua dopo la foto)








 

 

“Ho incontrato persone davvero poco amichevoli. Mi è stato detto che sono ‘egoista’, che i miei figli ‘non sarebbero dovuto nascere’, che si sentono ‘dispiaciuti per loro – racconta al Daily Mail – e che sono ipocrita visto che li ho esposti al rischio di avere la stessa malattia e di mettere al mondo, di conseguenza, degli infelici” Fino a tre anni fa la sua vista le permetteva ancora di lavorare ma adesso non ce la fa più e viene sostenuta, anche economicamente da un’associazione di beneficenza.

(continua dopo la foto)




“Vorrei potermi permettermi una casa a lungo termine e soprattutto fornire ai miei bambini tutto ciò di cui hanno bisogno. E’ una grande preoccupazione per me…ma a volte penso davvero che sarebbe difficile se dovessi perdere la vista completamente”. Ma, ne siamo certi, senza i piccoli la sua vita sarebbe stata decisamente peggiore. Coraggio.

”Sei un frocio, un finocchio”. Rissa nel calcio italiano. Chi è il big nel mirino delle offese? Lui, bello, risponde: ”Pure orgoglioso…”

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it