Attimi di terrore sull’autobus dei pellegrini. Erano diretti a San Giovanni Rotondo quando all’improvviso si è scatenato l’inferno. Urla e paura e una disperata manovra d’emergenza. Cosa è successo


L’anno del giubileo della Misericordia si è aperto e attrae fedeli da tutto il mondo. Fino ad oggi i visitatori sono stati oltre 16 milioni e 600 mila, e non cessano a giungere nella capitale per il cammino santo tra le chiese di Roma. L’11 Aprile 2015 era stata consegnata la Bolla “Misericordiae Vultus” ai Cardinali Arcipreti delle quattro Basiliche Papali in Roma direttamente dalle mani di Papa Francesco e così è iniziato il giubileo dedicato alla misericordia.

Il Giubileo si concluderà il 20 Novembre prossimo e l’anno sacro è stato indetto con la ferma volontà di tenere viva nella Chiesa Cattolica la consapevolezza di essere presente nel mondo in qualità di dispensatrice della Misericordia di Dio.

(Continua a leggere dopo la foto)








 

L’anno sacro sta attirando un numero notevole di fedeli e di conseguenza, anche gli altri monasteri, chiese e luoghi sacri di mezza Italia, hanno vissuto una più ricca presenza di fedeli.

(Continua a leggere dopo la foto)




Durante uno di questi viaggi, alcuni pellegrini hanno vissuto un’esperienza di certo poco piacevole. Il gruppo di fedeli era diretto verso San Giovanni Rotondo per visitare le spoglie di Padre Pio, uno dei santi più amati d’Italia. Canonizzato da Giovanni Paolo II nel giugno 2002, Padre Pio è entrato nel cuore di milioni di italiani e la cittadina di San Giovanni Rotondo è diventata una delle metropoli sacre d’Italia: per l’esattezza sono 9 i milioni di visitatori che giungono ogni anno per visitare i luoghi dove ha vissuto ed è morto il prete originario di Pietralcina.

(Continua a leggere dopo la foto)


Il bus, con a bordo 45 persone, stava viaggiando verso la cittadina ed era partito da Angri in provincia di Salerno, nelle prime ore dell’alba. Mentre alle 7:30 di questa mattina viaggiava sull’autostrada A 16, la Napoli-Canosa, esattamente al Km. 89,300 nel territorio del comune di San Sossio Baronia, l’autobus ha preso fuoco. I Vigili del Fuoco, allertati da automobilisti e dal pilota del bus, sono giunti immediatamente sul posto con due squadre del distaccamento di Grottaminarda, in provincia di Avellino. I vigili hanno messo in salvo i passeggeri e spento l’incendio; le fiamme hanno provocato danni ingenti al bus e le operazioni di spegnimento e messa in sicurezza del mezzo, sono durate alcune ore. Dopo poche ore e dopo aver ricevuto i soccorsi, i passeggeri hanno ripreso il proprio viaggio verso San Giovanni Rotondo.

 

Padre Pio, l’indiscrezione – bomba scuote i fedeli di tutto il mondo. “Ecco che ha deciso Francesco sui resti del santo”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it