Ha 40 anni, fa sesso con due gemelli (di appena 15 anni) e finisce in manette. Ma quello che ha sconvolto tutti, e soprattutto lei, è l’assurda scoperta che ha fatto. Ecco chi era uno dei ragazzini… Beh, una storia davvero incredibile


 

Heather Salines è stata condannata a quattro anni di carcere e 3 di libertà vigilata per stupro, adescamento di minore, e diffusione di materiale osceno ad un minore di 14 anni. Come parte della sanzione, alla donna è stato proibito di avere contatti non supervisionati con bambini sotto i 16 anni, e al momento del suo rilascio dal carcere dovrà indossare una cavigliera GPS. La donna americana di 40 anni è stata riconosciuta colpevole di violenza sessuale nei confronti di due fratelli gemelli. Ma non finisce qui. La cosa più oscena e assurda è che uno dei due sarebbe il fidanzato della figlia 15enne. Salines era stata arrestata nel marzo 2014, quando i funzionari della Belmonte Middle School di Saugus, in Massachusetts, avevano scoperto che l’allora 15enne fidanzato di sua figlia aveva mostrato immagini di nudo ai compagni di classe. Tali immagini rappresentavano la donna . (Continua dopo la foto)








Il minore ha poi rivelato alla polizia che in precedenza aveva avuto rapporti sessuali con la Salines e si erano scambiati delle foto hot. La donna, messa alle strette dagli agenti, non ha negato. La 40enne ha anche un altro figlio, ed era sposata al momento dei fatti. Suo marito, dopo aver appreso dell’inchiesta, ha chiesto ed ottenuto il divorzio. La donna ha spiegato di aver conosciuto il ragazzino in un periodo difficile della sua vita: “Era molto agitato, ha perso la madre in giovane età. Dimostrava molto più di 15enni … si è sempre comportato come un uomo adulto”, ha detto la Salines alla polizia, spiegando di come è andata “fuori controllo” e si è “persa”.

(Continua dopo la foto)





 

La donna si stava preparando ad accettare un patteggiamento nel giugno 2015 quando il fratello gemello della vittima si fece avanti accusandola a sua volta di stupro. Secondo i documenti del tribunale, la Salines avrebbe violentato il secondo ragazzo nella sua casa di febbraio 2014, circa un mese prima del presunto incidente iniziale. Anche in questo caso, la donna avrebbe inviato al giovane diverse sue foto nuda. “Aveva perso la madre, probabilmente vedeva la donna come una sorta di figura materna” hanno affermato i procuratori. Il giovane, che aveva una relazione con la figlia dell’accusata, avrebbe poi sofferto di “una grave depressione” e avuto “pensieri suicidi” a causa della sua relazione clandestina con la Salines.

 

Ti potrebbe anche interessare: Madre e figlio sono amanti: 54enne milanese condannato per incesto

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it