”Mettiti a dieta”. Prova in ogni modo a snellire le sue gambe gonfie e piene di cellulite ma non c’è nulla da fare. Dopo qualche tempo (e un tentato suicidio), scopre la scioccante verità: ecco cosa accade nei suoi arti inferiori. Panico


 

Ha 29 anni e, a questa età, la sua vita dovrebbe essere bella e spensierata, come quella dei suoi coetanei. Invece la vita di Vicki Hull è un inferno. Questa donna, che vive a  Southampton, da quando ha 11 anni, soffre di lipodema, una malattia che le ha fatto diventare giganti le gambe. La sua malattia è abbastanza e  causa la crescita di tessuto adiposo nella parte inferiore del corpo. Le sue gambe, infatti, sono davvero enormi. Non solo pesano 50 chili e le rendono complicata la vita, le fanno anche molto male. 

I medici, però, non hanno idea di come curarla. 

(Continua a leggere dopo la foto)



 

Vicki si è fatta vedere da più di 20 medici ma nessuno – proprio nessuno – ha trovato una soluzione al suo problema. Ciò che le hanno saputo consigliare è di fare una dieta per perdere peso e sperare che anche le gambe si snelliscano.

 (Continua a leggere dopo la foto)


 

Ovviamente questa malattia le ha creato non pochi problemi. Tra le altre cose, qualche persona crudele non si è tirata indietro e ha pensato bene di prenderla in giro. 

Anche se può sembrare una sciocchezza, Vicki si vergogna a uscire ed è capitato spesso che si barricasse in casa per la vergogna di farsi vedere dagli altri. Non solo: la donna ha anche problemi a camminare, per questo preferisce restare in casa. 

 (Continua a leggere dopo la foto)

 


Arrivata all’esaurimento, la donna decide di farla finita e tenta il suicidio. Fortunatamente il suo tentativo fallisce e Vicki sopravvive. È allora che i medici cercano una soluzione più approfondita per curarla. L’unico modo per tentare di risolvere il problema è sottoponendosi a una liposuzione. In questo modo il tessuto adiposo verrà eliminato e Vicki, forse, potrà tornare a condurre un’esistenza normale. O comunque a evitare che la situazioni peggiori.  

“Vado a letto dolorante e mi sveglio ancora sofferente. E’ devastante e ogni giorno la situazione peggiora”, ha raccontato Vicki al Daily Mail. 

Nonostante quella di Vicki sia una malattia, il servizio sanitario britannico non finanzia l’intervento poiché viene considerato un trattamento estetico. Così ora la 29enne è appesa a un filo: non ha i soldi per pagare l’intervento e ha avviato una campagna di raccolta fondi per cercare aiuti. Speriamo che riesca a trovare tante persone generose. In bocca al lupo!

Leggi anche: Hai le cosce ”pienotte” e vuoi renderle più sottili? Facile, basta fare una cosa importantissima ogni giorno. Questa