“Ti saluto, me ne vado…”. Un terribile male l’ha spenta lentamente. Ha combattuto. Ma quando ha capito di non farcela più, ha voluto accanto lei, la persona che più ha amato nella vita. Un addio struggente…


 

“Mamma ti saluto, me ne vado”. Poi muore. Da tempo era molto malata da tempo. Aveva combattuto contro un male molto raro che le stava strappando lentamente la vita. Una malattia tremenda, che le aveva alterato la micro circolazione sanguigna. Divorandole gli organi, poco alla volta. Una fine lenta, inesorabile. Tremenda. Fino a quando non è stata più in grado di opporsi. Fiaccata. Come riporta il Gazzettino di Treviso, Rita Noris Bronca non ce l’ha più fatta. Ed è morta. Aveva 45 anni ed era residente a Cornuda. Si è spenta all’ospedale dove è stata seguita con amore fino all’ultimo. Era stata ricoverata martedì scorso, quando le sue condizioni si erano andate aggravando. Necessitando d’assistenza continua.

 

(Continua a leggere dopo la foto) 



Nel tentativo di salvarla, la sua famiglia aveva chiesto a tanti medici, fatto tante visite. Lei era entrata in tanti ospedali. Stava male. Voleva capire di cosa soffrisse. Ma per un lungo periodo è vissuta solo con la sofferenza. Senza nemmeno riuscire a capire di cosa si trattasse. Cosa le fosse successo. Soltanto lo scorso mese di febbraio, a Milano, è arrivata una risposta. Ma è stata tremenda. Un verdetto senza appello. Il suo dolore aveva un nome. Soffriva di sclerodermia e di sindrome di Sjogren.

(Continua a leggere dopo la foto) 


Due giorni fa, come sempre i genitori erano andati a farle visita in ospedale. Quando stavano per andarsene, tornando a casa, la donna ha chiesto d’essere accompagnata a in bagno dalla mamma. Una richiesta come un’altra. Poi la figlia, rivolgendosi alla donna,in modo inaspettato si è rivolta verso di lei e aveva detto: “Mamma, ti saluto, me ne vado”. Le ultime parole di Rita sono state per la mamma. Tenendola stretta tra le braccia l’ha salutata per l’ultima volta. Ed è morta.

Ti potrebbe interessare anche: “È un angelo, è la sua anima che lascia il corpo”. Il motociclista muore sull’autostrada dopo un brutto incidente ed ecco cosa appare sopra di lui. La foto impressionante fa il giro del web: “Ci guarda tutti dall’alto”. E voi cosa ne pensate?