”Dov’è mia figlia? Aiutatemi”. Strage di Nizza, nei momenti concitati della fuga, una mamma perde la sua piccola di 8 mesi: l’appello disperato sui social e poi il miracolo. Una storia davvero commovente in mezzo a tanto orrore


 

Orrore. Panico. Sono momenti concitatissimi quelli vissuti dalla folla che ieri sera, in occasione dei festeggiamenti del 14 luglio, si trovava sulla Promenade des Anglais. Famiglie intere sterminate che si stavano godendo lo spettacolo pirotecnico quando, con gli occhi al cielo per assistere ai fuochi d’artificio, sono stati raggiunti dagli spari e poi da un camion piombato a tutta velocità. E lì, in quegli attimi drammatici e di paura, un solo pensiero: scappare per cercare un riparo da quella follia. E nella fuga, inevitabile, ci si perde.

Così Tiava, una giovane mamma, ha perso sua figlia, una bimbetta di soli 8 mesi.

(Continua a leggere dopo la foto)



 

In preda alla disperazione, allora, che fare? Quello di Tiava è stato uno dei primissimi disperati appelli a circolare sui social network dopo il dramma che ha sconvolto la Francia nel giorno dei festeggiamenti del 14 luglio.

(Continua a leggere dopo il post)

 


 

Condividete se potete. Abbiamo perso la nostra bimba di otto mesi. Se qualcuno la dovesse vedere, la prenda con sé”. E dopo pochi minuti avviene il miracolo. Sì, questa è una storia a lieto fine nell’orrore della tragedia di Nizza che ha mietuto 84 vittime, oltre 100 feriti di cui una ventina gravi.

(Continua a leggere dopo il post)


Qualcuno ha risposto al messaggio su Facebook e chiamato la mamma: “L’abbiamo trovata, è con noi”. E per la famiglia, dopo la disperazione, torna il sereno: ”Grazie infinitamente a tutti quelli che ci hanno aiutato e ci hanno inviato messaggi di sostegno”. La piccola è stata ritrovata, ma sono tanti i dispersi dopo l’attentato. Per questo motivo da ieri sera si sta diffondendo su Twitter l’hashtag #RechercheNice per avere notizie di parenti e amici che si trovavano sulla Promenade des Anglais.

Potrebbe anche interessarti: Strage a Nizza, il tir a zig zag sul lungomare per falciare più passanti: gli attimi dell’orrore e la folle corsa ripresi da un testimone