“Li amo immensamente, li porto sempre in giro con me, non posso stargli lontana”. Sembrerebbero le normali parole di una madre verso i suoi figli, se non fosse che quei figli sono 37! E aspettate di sapere l’altro particolare… Vi lascerà sbalorditi


 

Silvia Heszterenyiova è una simpatica di signora di Sidney con una particolarità (e non ci riferiamo al cognome impronunciabile): dice di avere 37 figli, 2 ragazze umane, Veronika e Sofia e ben 35 bambole realistiche. Somigliano a dei veri e propri neonati, costano migliaia di dollari poiché sono interamente realizzate a mano e non potrebbero renderla una madre più felice, nonostante siano finte e inanimate. Due anni fa, in occasione del suo compleanno, ha ricevuto la prima in regalo, che ha chiamato Isabella e da quel momento ha capito di sentirsi mamma per la terza volta.

(Continua a leggere dopo la foto)







 

Da quel momento le bambole sono diventate un’ossessione, ne ha volute sempre di più e di più fino a diventarne una collezionista. Possiede centinaia di abiti per loro, spesso realizza servizi fotografici, le nutre come dei bambini veri, le mette a letto e addirittura cambia anche il pannolino, insomma con le bambole mette in pratica tutto quello che ha fatto con le sue figlie quando erano appena nate. “Ogni giorno ne prendo una o due e le porto a fare la spesa, al cinema o a pattinare. Sulla mia bicicletta ho anche il seggiolino per i bambini. Le persone credono spesso che le bambole siano vere”, ha risposto con orgoglio la donna.

(Continua a leggere dopo la foto)





Anche se in molti la ritengono pazza, lei non si lascia sopraffare dall’imbarazzo e continua a prendersi cura dei suoi figli “artificiali”. Silvia è riuscita inoltre a trasformare la sua passione in un lavoro. Ha aperto infatti un sito in cui vende bambole fatte a mano chiamato “Fairies reborn magic nursery”. Per il futuro, intenzione di cominciare a cucire con le sue mani gli abiti per le bambole, così da vestirle in maniera originale per qualsiasi occasione speciale come Halloween o Carnevale.

”Dovresti giocare con le bambole, ma cos’hai di sbagliato?”. ‘Massacrata’ in rete a soli 9 anni. La sua colpa? Aver fatto (e pure bene) una cosa da grandi. Ma la risposta della bimba è da dieci e lode… Tutta la sua storia

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it