“Come Angry Birds”. E vacanza rovinata: ecco cosa è successo a questa donna


Vacanza rovinata. E ancora prima di partire! Questa donna di 37 anni era in procinto di volare verso Tenerife, la meta scelta per le ferie da trascorrere con la sua famiglia, e non vedeva l’ora. Prima della partenza, un salto dall’estetista che però si è rivelato un grave errore. Si chiama Coline Rees, è una mamma britannica e ora dice che la sua vacanza da oltre 3mila euro nel paradiso delle Canarie è stata “fatta a pezzi” prima ancora di lasciare il Regno Unito.

Era andata a farsi le sopracciglia per averle curate e impeccabili in vacanza, ma quando si è guardata allo specchio è rimasta di sasso. Il risultato finale l’ha imbarazzata troppo anche solo “per fare le foto di famiglia”, spiega ai media britannici. “Non sapevo se ridere o piangere. Tutti i miei cari amici e parenti dicevano che sembravo uscita dal gioco Angry Birds”. (Continua dopo la foto)







“Eravamo così entusiasti perché dopo essere andati sempre in vacanza in Galles, finalmente potevamo vedere posti nuovi – prosegue la 37enne – Ero devastata, mi ha impedito di godermi la vacanza. Ho cercato di fare del mio meglio per i bambini e sorridergli, ma ho dovuto sedermi e lasciare che tutti gli altri si divertissero senza di me- Dobbiamo lavorare sodo per andare in vacanza e ora è tutto distrutto”. (Continua dopo la foto)






Eppure, dice ancora Colline, si era recata nel salone di bellezza dove va abitualmente, a Llanelli, nel Galles del Nord. Ma quel giorno l’estetista che di solito si occupa di lei, che da adolescente soffriva di alopecia e ancora oggi, anche se la situazione è migliorata, ha la ricrescita dei capelli più lenta del normale, era impegnata. È stata quindi una praticante a seguirla. (Continua dopo le foto)



 


“Ero mortificata, assolutamente inorridita. Ho detto alla ragazza: ‘Mi stai prendendo in giro, è uno scherzo?’”. La 37enne ha aggiunto che la ragazza si è scusata mentre lei piangeva. Un’altra estetista del centro ha provato a rimediare con la tinta, ma ha finito col peggiorare la situazione: “Era come avere due lumache disegnate sopra gli occhi”. Per la cronaca ci sono voluti 9 mesi perché a Colline ricrescessero le sopracciglia.

Lasciò i bimbi sullo scuolabus dopo l’incidente. Ecco perché l’autista ubriaco riavrà la patente.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it