“Non ho mai visto una cosa del genere in vita mia”. Il ginecologo non riesce ancora a credere a ciò che ha tirato dalla pancia fuori di questa donna incinta. Se siete sensibili, sedetevi prima di guardare. Choc


Il bambino più grande del mondo? Se pensate che sia quello partorito da qualche vostra amica o parente, forse non avete ancora dato un’occhiata alla “super bebè” che sta facendo il giro del mondo. Che, per la cronaca, nel momento in cui è venuta al mondo sembrava già di sei mesi o più. (Continua a leggere dopo la foto)







Come riporta il tabloid inglese Metro, tutto è successo nel sud dell’India. Il nome della bimba non è stato riportato dalle testate, mentre si conosce quello della madre, Nandini, che dopo aver effettuato un parto cesareo è rimasta ad occhi aperti quando ha finalmente stretto tra le braccia la figlia. Che, per la cronaca, pesava già la bellezza di 6.8 chili, quasi 7. (Continua a leggere dopo la foto)






Il dottor Venkatesh Raju, che ha assistito la donna, racconta: “Non avevo mai visto niente del genere in vita mia, credo si tratti senza dubbio della neonata più grande del mondo. Solitamente i bimbi nascono con un peso medio intorno ai tre chili e mezzo. Qui siamo praticamente al doppio. Un miracolo”. (Continua a leggere dopo il video)

 

I dottori stanno ora monitorando la piccola prima di mandarla a casa. All’inizio temevano potesse essere diabetica, patologia che porta a un peso spropositato dei neonati, ma per fortuna le analisi hanno scongiurato questa eventualità. Lo scorso anno sempre in India le pagine dei giornali avevano raccontato la storia di Firdous Khatun, mamma che aveva dato alla luce un maschietto di 6.6 chili. Un record che però è stato appena superato. Secondo il Guinnes dei Primati, il neonato più pesante al mondo è canadese, ed era arrivato a toccare l’incredibile cifra di 10.4 chili. Affetto da gigantismo, era però morto dopo poche ore.

 Allarme meningite, neonata in coma per una diagnosi sbagliata: “Pensavano fosse influenza”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it