Mette una foto Spider-Man sulla tomba del figlio, la Disney lo vieta: “Morto 2 volte”


È una storia che non avremmo in alcun modo voluto sentire quella che vede protagonista la Disney. Una storia triste, assurda, che diventa ancora più atroce se a compierla è una multinazionale che, con i suoi cartoni animati, i suoi personaggi, le sue storie, da sempre scalda i cuori dei piccoli ma spesso anche dei grandi. Che ha insegnato il rispetto, l’amore, l’amicizia, la solidarietà. Adesso vi raccontiamo tutto: tenetevi forte.  E provate anche a non incavolarvi.

Ad un padre infatti, che aveva appena perso suo figlio, la Walt Disney ha negato il permesso di mettere una foto di Spiderman, personaggio preferito dal piccolo appena scomparso, sulla sua tomba. La motivazione ufficiale è che non si deve scalfire la “magia” dei suoi personaggi, messa sicuramente a repentaglio se mostrata sul marmo di una lapide e vicino ad una foto funebre. Ed ecco che l’ultimo sogno del piccolo bambino è stato infranto. Così come il cuore dei suoi genitori, che devono fare i conti contro una burocrazia spietata. Continua a leggere dopo la foto








Si chiama Ollie Jones, aveva appena quattro anni, quando è morto per un rarissimo difetto genetico: aveva infatti sofferto per due lunghissimi anni di leucodistrofia, una malattia molto particolare che non dà assolutamente scamp al malato. Era di Maidenstone, nel Kent, e il suo ultimo viaggio lo aveva fatto non per andare in ospedale ma per dirigersi a Disneyland. Proprio per conoscere il suo supereroe preferito. Dopo la morte i genitori hanno deciso di organizzare un funerale a tema Uomo Ragno: una carrozza trainata da cavalli, palloncini rossi e blu. Continua a leggere dopo la foto





Così papà Lloyd Jones, volendo fare una piccola incisione di Spiderman sulla sua tomba, ha chiesto al consiglio il permesso farlo. Bisognava però contattare anche la Walt Disney Company, che possiede la franchigia Marvel. E che ha rifiutato per preservare «l’innocenza» e la «magia» dei suoi personaggi. La Disney ha invece offerto una cornice in celluloide che mostra una scena di Spider-Man, con un messaggio scritto a mano a Ollie. “Non me lo aspettavo, è un altro duro colpo – ha detto il papà – Ero sicuro che lo avrebbero permesso”. Continua a leggere dopo la foto.


“I bambini contano solo quando sono vivi?”. Si chiede allora Lloyd su facebook, lanciando una petizione che ha già raccolto 2000 firme per far cambiare idea alla Disney. Una bomba mediatica che è arrivata ovunque, tanto che una ditta edile di Maidstone, Gallaghers, si è offerta di donare la lapide, in caso di parere positivo della Disney.

Muore a 19 anni dopo un tuffo. Le urla disperate delle fidanzata

Tags:

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it