Una tragedia assurda. In un misterioso incidente aereo perdono tutti i loro figli. Ma ora i coniugi Maslin hanno ritrovato una ragione di vita. Una storia scioccante, con un finale che vi commuoverà


 

Era il 17 luglio del 2014, quando la famiglia Maslin ha vissuto la più brutta tragedia che gli sarebbe mai potuta capitare. I coniugi australiani Anthony e Marite si trovavano a bordo del Boeing della Malysia Airlines insieme ai loro bambini Mo di 10 anni, Otis di 12 e Evie di 13. Durante il volo, l’aereo è stato abbattuto per cause ancora non precisate nei cieli ucraini, mentre si stava dirigendo da Amsterdam a Kuala Lumpur. In quell’incidente tutti i bambini Maslin hanno perso la vita. Ma la vita riserva molte sorprese e dopo questo orribile incidente, qualcosa è cambiato e Anthony e Marite hanno trovato una nuova ragione di vita.

(Continua a leggere dopo la foto)







I bambini viaggiavano con il nonno Nick Norris e altri 279 passeggeri, più 15 membri dell’equipaggio e nell’impatto nessuno è sopravvissuto. Si è trattato di tremendo disastro aereo che, ancora oggi, lascia molte lacune circa le circostanze che lo hanno provocato. 

(Continua a leggere dopo la foto)




Oggi Anthony Maslin e Marite Norris, i genitori delle povere vittime, sono riusciti ad andare avanti: da pochi giorni infatti hanno avuto una bambina che hanno chiamato Violet.

(Continua a leggere dopo la foto)


Come racconta il Guardian la coppia ha dichiarato che “l’amore è più forte dell’odio: viviamo ancora nel dolore della perdita dei nostri figli ma Violet almeno ci ha portato un po’ di speranza e gioia”. Da quella esperienza uscirono distrutti. “Abbiamo vissuto un inferno – racconta la coppia originaria di Perth – I nostri figli non erano più con noi”. 

(Continua a leggere dopo la foto)

Ad alleviare il loro dolore è arrivata, quasi due anni dopo, la piccola Violet. Un vero e proprio dono, assicura la coppia: “Proviamo ancora molto dolore, ma Violet e la consapevolezza che tutti e quattro i nostri figli sono sempre con noi, porta un po’ di luce nella nostra vita”.

 

Disastro aereo, a casa del copilota “trovati indizi interessanti”. Così ha agito Andreas

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it