Vomita di continuo, ha dolori ovunque e non riesce neanche ad alzarsi dal letto. La malattia misteriosa di Angie si manifesta quando Angie ha solo 11 anni. Quando ne compie 20 scopre finalmente qual è il problema che la affligge. Choc


 

Il male di Angie McEvoy, oggi 26 anni, inizia quando era solo una bimba di 11 anni. La sua malattia misteriosa le fa soffrire le pene dell’inferno: la ragazza ha sempre la nausea e dolori in tutto il corpo. Dal momento che nessun medico riesce a fare una diagnosi precisa, la ragazza entra in un profondo stato depressivo che la porta a manie suicide. E a non uscire praticamente mai di casa. Inizia a dimagrire in modo preoccupante, non riesce neanche ad andare a scuola e passa così la sua intera adolescenza. È all’età di 20 anni che Angie scopre le cause dei suoi mali.

(Continua a leggere dopo la foto)



A 20 anni viene fuori che il problema vero di Angie è la morte della zia, che la ragazza considerava la sua seconda madre, venuta a mancare quando è Angie è solo una bambina. L’allora ragazzina era stata incapace di elaborare il lutto ed era implosa. Quelle sensazioni negative che era stata costretta a sopportare, l’avevano rovinata anche fisicamente. 

Ora Angie, che vive a Dublino, è guarita ma sta aiutando ragazzi che hanno vissuto situazioni drammatiche come la sua. Lavora come volontaria a tempo pieno per una fondazione che si occupa di prevenzione del suicidio e salute mentale dei giovani. 

‘’Mia zia è morta per un cancro al seno quando io avevo solo 11 anni – ha raccontato in esclusiva al Mirror – per me era una persona importantissima, come una seconda mamma. Se avevo un problema, mi rivolgevo a lei’’. Quando la zia muore, Angie non piange, così inizia ad accumulare dentro di sé un malessere che diventa sempre più grande e la porta a logorarsi dentro e fuori. Da lì inizia a stare malissimo: vomita di continuo, non ha forze, non riesce ad alzarsi dal letto e neanche ad andare a scuola. Nessuno, però, per 10 anni, capisce quale sia il vero problema della ragazza. Nel frattempo la situazione si aggrava e Angie, pur di non stare male, mangia solo toast e beve qualche sorso d’acqua. Ovviamente il suo peso crolla. Un giorno, però, si fa una chiacchierata con uno psicologo che va a fondo e capisce che il suo problema è quel lutto che la ragazza non è mai riuscita a rielaborare. 

La ragazza viene sottoposta a una terapia cognitivo-comportamentale e, pian piano, la sua vita torna quella di una ragazza normale.

Ora Angie dedica la sua vita agli altri, vuole che nessuno soffra ciò che ha sofferto lei e vuole che tutti, anche coloro che si trovano in situazioni completamente disagiate, trovino la forza di reagire. ‘’Solo da grande ho capito quanto sia importante tirar fuori ciò che si ha dentro, voglio che i ragazzi disagiati trovino il coraggio e la forza di dire la verità, l’unica che può salvarci’’. 



 

A 17 anni non ha ancora avuto il ciclo (ma le sono spuntati i peli pubici). Così va dal ginecologo per un semplice controllo. Lui la fa sdraiare sul lettino, la visita e scopre la tremenda verità. Un vero choc