Bimba di 5 anni ritrovata morta in un bosco. Emerge la terribile ipotesi


Uccisa e sepolta in un bosco dallo zio. Questa la terribile morte della piccola Lizzy Shelley, una bambina di soli 5 anni di Logan, contea dello Utah, negli Stati Uniti. La notizia della sua scomparsa aveva tenuto tutti con il fiato sospeso. Della piccola non si avevano notizie dal 25 maggio scorso. Subito i genitori ne hanno denunciato la sparizione e sono cominciate le ricerche per ritrovarla.

Ma i sospetti degli inquirenti sono finiti immediatamente su Alexander Whipple, 21 anni, e zio della bimba, che, intercettato dalla polizia, ha infine confessato il luogo in cui ne aveva sepolto il corpo ormai senza vita, dopo averla ammazzata. L’uomo è stato arrestato e si è presentato davanti ai giudici del tribunale per rispondere all’accusa di omicidio, rapimento e occultamento di cadavere. “Farò tutto quello che è nelle mie possibilità per far sì che resti tutta la vita in prigione”, ha detto uno dei giudici al termine dell’udienza, dove lo zio della bambina si è presentato privo di qualsiasi rimorso. (Continua a leggere dopo la foto)



“Hai amato così tante cose, belle cose”, ha detto Jessica Whipple, la mamma della bambina durante la veglia di preghiera che sabato ha riunito centinaia di persone riunite presso l’Historic Cache County Courthouse per una veglia a lume di candela in onore di sua figlia. “La mia amica mi ha chiamato oggi per dirmi che ha ancora una roccia che Lizzy le ha dato, in tasca. E questo mi rende così orgoglioso di essere tua mamma, sempre e per sempre”, ha detto la donna, che ha descritto la settimana della scomparsa di Lizzy come “un incubo completo.” (Continua a leggere dopo la foto)


“È impensabile quello che è accaduto, abbiamo perso la nostra bella e dolce Lizzy … Mi sembra di annegare. ” Il corpo di Lizzy Shelley è stato ritrovato mercoledì, a mezzo isolato dalla sua casa di Logan, dopo che i pubblici ministeri hanno deciso di non perseguire la pena di morte contro suo zio, Alexander William Whipple, 21 anni, che si trova ad affrontare altre accuse. Il giovane, fratello della mamma della vittima, ha detto di aver bevuto troppo alcol la notte che ha rapito Lizzy e di aver fatto cose che non erano nelle sue intenzioni. Il sangue della bambina è stato ritrovato sul suo orologio e sulla felpa che indossava. (Continua a leggere dopo la foto)


 

Poco dopo è stata ritrovata anche l’arma del delitto: un coltello da cucina, lo stesso di cui i genitori di Lizzy avevano denunciato la scomparsa, su cui vi erano tracce ematiche della piccola. Il padre della bomba, Detrich Black, ha ringraziato la folla per il loro sostegno. “Fa bene al mio cuore stare con voi, una comunità amorevole e premurosa. Se la sofferenza deve essere sopportata, allora sono felice di farlo qui nella Cache Valley.”

Charlotte Casiraghi sposa, il secondo vestito lascia senza fiato: l’omaggio a nonna Grace