È stata ribattezzata ”la casa degli orrori”. Al suo interno, una coppia di insospettabili metteva in atto il più macabro dei piani. Una nazione intera è sotto choc: ecco cosa accadeva (di così terribile) all’interno di quelle mura


 

Choc in Germania per un atroce fatto di cronaca che è stato reso noto in questi giorni. I giornali la chiamano ‘’la casa degli orrori’’ e la notizia che riguarda questa villa di Hoexter, nella Germania Occidentale, in poco tempo ha fatto il giro dei giornali nazionali e non. 

(Continua a leggere dopo la foto)







Come riporta il quotidiano Zeit Online, dopo che una coppia è stata arrestata il mese scorso con l’accusa di aver tenuto prigioniera per settimane e torturato a morte una 41enne, ingannata da un annuncio per cuori solitari, la procura della Bassa Sassonia ha annunciato oggi che i due potrebbero aver ucciso un’altra donna in simili circostanze nel 2014. 

(Continua a leggere dopo la foto)




Intanto emergono prove su altre possibili vittime, donne adescate sui siti online per cercare l’uomo della loro vita. Il ‘’modus operandi’’ era sempre lo stesso. La donna in questione veniva contattata dalla chat e poi si organizzava un incontro. 

Qui entrava in scena la coppia killer, che abusava, torturava e uccideva la vittima di turno. Al centro delle accuse ci sono un uomo di 46 anni e la sua ex moglie di 47. La donna, ha reso noto oggi il procuratore Ralf Meyer, ha confessato alla polizia un altro delitto, avvenuto nel 2014, spiegando che il corpo della vittima è stato prima surgelato e poi bruciato poco a poco nella loro casa di Hoexter.

(Continua a leggere dopo la foto)


 Intanto Ralf Oestermann, capo della divisione omicidi della polizia locale, ha dichiarato che un’altra donna abusata dalla coppia si è presentata alla polizia dopo aver visto le immagini della casa. E vi potrebbero essere ancora altre vittime. “Non possiamo escludere che vi sia una terza donna uccisa”, ha affermato Oestermann.

 

“Amore, che bella casa hai scelto…”, poi la terribile sorpresa. L’avevano affittata online ma, una volta arrivati, ecco cosa trovano dentro (una scoperta a tinte horror)

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it