Salva sette vite umane dalle macerie del terribile terremoto, poi il malore e la tragica fine. La sua storia sta commuovendo il mondo. È la storia di un eroe…


 

È la morte di un eroe, questa. E non conta che sia un eroe a quattro zampe e non indossi mantelli come quelli dei fumetti. Dopo il devastante terremoto, in Ecuador un cane è morto per stanchezza dopo aver salvato la vita a sette persone, tirandole fuori dalle macerie sotto cui erano rimaste sepolte. E la sua storia sta commuovendo il mondo. Anche l’Huffingtonpost ha raccontato le sue gesta…

(Continua a leggere dopo la foto)



Il labrador, di nome Dayko, aveva quattro anni ed era un cane da salvataggio. Lo sforzo eccessivo probabilmente gli ha causato un attacco di cuore che è stato fatale. Dayko aveva lavorato con i vigili del fuoco per tre ore e mezzo, ed è morto sul campo, in una delle zone più colpite dal terremoto di 7.8 magnitudo che il 16 aprile scorso ha colpito il Paese sudamericano, vicino alla città costiera di Padernales.

(Continua a leggere dopo la foto)


I vigili del fuoco, sulla loro pagina Facebook, hanno espresso il loro cordoglio e la loro riconoscenza per il cane-eroe: “Siamo spiacenti di informarvi che oggi i siamo in lutto perché abbiamo appena perso Dayko che ha partecipato con noi ai lavori di ricerca a Pedernales. Il nostro amico a quattro zampe ha dato la sua vita compiendo il suo dovere. Grazie Dayko per i tuoi eroici sforzi. Hai tenuto alto il nome del K9 unit”. Nonostante gli sforzi dei veterinari e dei vigili del fuoco per rianimarlo, il giovane labrador non ce l’ha fatta. “Vogliamo esprimere un ringraziamento fraterno a tutte le persone che ci hanno offerto il loro sostegno per la dipartita del nostro amato Dayko”. Dopo l’omaggio delle teste di cuoio della polizia francese al cane Diesel, rimasto ucciso nel raid di Saint Denise, anche i vigili del fuoco dell’Ecuador hanno espresso il loro dolore per il cane-eroe in un commuovente messaggio pubblico.

 

 

“Parlare” col proprio cane, ecco lo strumento che lo renderà possibile