Dorothy, venduta per 20 euro a 12 anni: è già mamma di cinque figli


Dorothy come tante altre strappate alle bambole, ai libri di scuola, alla spensieratezza dell’infanzia. Venduta prima di compiere i suoi dodici anni dalla sua famiglia d’origine. Lei come 15 milioni di bambine nel mondo, costrette a diventare adulte prima del tempo, sposando uomini molto più grandi di loro. Secondo quanto riferito da Fanpage.it Dorothy, originaria della comunità Becheve, ha raccontato di essere stata una ragazzina serena fino al momento in cui i suoi genitori hanno deciso di portarla a casa del suo futuro marito.

Nel suo racconto Dorothy ha spiegato di essersi lasciata convincere dalle parole di una zia che le avrebbe promesso che un giorno sarebbe stata allontanata da quell’uomo, ma tutto questo non è stato vero.sposare uomini anziani, magari per pagare un debito oppure in cambio di soldi e di qualche animale. Continua dopo la foto



La ragazzina avrebbe provato anche la fuga, ma dopo essere stata ritrovata da Phillips, un uomo anziano che poi sarebbe diventato suo marito, è stata violentata da quest’ultimo mentre le altre donne presenti la immobilizzavano. Momenti drammatici che sono stati ricostruiti dalla stessa vittima. “Mi tenevano ferma, mentre lui mi stuprava”, un racconto agghiacciante. Qualche settimana dopo, la sposa bambina ha iniziato ad accusare sintomi come vomito e nausea ed ha così capito di essere rimasta incinta. Continua dopo la foto


Oggi Dorothy non ha ancora compiuto i suoi diciotto anni, ma è già madre di ben cinque bambini che, tra l’altro, sono malnutriti e di cui si deve occupare totalmente lei in quanto suo marito è troppo anziano. Casi come quello di Dorothy, come detto, sono purtroppo ancora all’ordine del giorno e dal momento in cui sposano i loro uomini, spesso diventano schiave. Continua dopo la foto


 


Non sono più libere di vivere la loro vita e diventano una proprietà del marito. Nonostante questa sia una pratica illegale in Nigeria, in alcuni villaggi si continua ad assistere a queste drammatiche vicende senza riuscire ad arginare quello che è un evidente e grave problema sociale.

Ti potrebbe anche interessare: “Fuori!”. Donatella Rettore furiosa abbandona lo studio di ‘Ora o mai più’