Tragedia della gelosia, chiede il divorzio al marito (che sembra accettare) poi succede l’impensabile. Una furia che ha devastato la vita di Elena: la storia che ha commosso l’Italia


 

Un uomo di 44 anni ha aggredito la convivente con un martello ferendola gravemente alla testa e poi si è tolto la vita gettandosi da un ponte a Briosco (Monza). L’aggressione a quanto si apprende è avvenuta intorno alle 18 a casa della coppia: l’uomo, dopo aver lasciato la sua compagna, Elena Di Rienzo di 39 anni, in fin di vita in casa, ha guidato fino a Carate Brianza (Monza) dove si è tolto la vita. 

(Continua a leggere dopo la foto)



I due stavano anche cercando di trovare una soluzione per la gestione dei figli, ipotizzavano di tenerli 3 giorni per ciascuno. I figli sono un maschietto di 4 anni e una bimba di appena 2. Adesso è finita davvero, per lui: il volo dal “ponte dei suicidi” come è drammaticamente ribattezzato quello di Re Aldino sul Lambro non gli ha lasciato scampo.

Elena è stata colpita alla testa, ha riportato un trauma cranico grave ed è arrivata in ospedale in automedica in codice rosso. Il tentato omicidio è accaduto poco prima delle 18 in via Medici, a Briosco, all’interno dell’abitazione della coppia che, secondo i primi accertamenti effettuati dai carabinieri di Seregno, era in fase di separazione.   L’uomo, C.R., 44 anni non aveva accettato la fine della sua relazione con la compagna e avrebbe perso la testa forse al culmine dell’ ennesima discussione.

Al San Gerardo di Monza, dove è stata trasportata d’urgenza appena il suocero l’ha trovata priva di sensi nel garage della villetta in via Medici 27, i medici hanno prima verificato la condizione di coma, poi l’hanno sottoposta a un delicatissimo intervento alla testa. Che è riuscito. È stata quindi portata nel reparto di terapia intensiva, dove la prognosi resta riservata. 

 

”Ora voglio solo morire”. Ecco cosa ha fatto in carcere Gabriele, il giovane accusato dell’omicidio di Gloria Rosboch