Simon, la storia del bimbo down che si prende cura dei fratellini disabili


Simon Clark, quattro anni, nato in Bulgaria, è stato adottato da una famiglia di Salt Lake City, negli Stati Uniti d’America, con tre bambini disabili. I suoi genitori adottivi Jeremy e Nicole sono felicissimi dell’ingresso del bambino nella loro famiglia e la loro storia è stata raccontata da diversi quotidiani online. Ma cosa ha di speciale questo bimbo? Simon è affetto dalla sindrome di down e tutti i giorni aiuta la mamma a pendersi cura dei suoi fratellini Jon e David, di cinque e sei anni, entrambi affetti da paralisi cerebrale.

“Simon è una parte preziosa della nostra famiglia – ha raccontato la mamma – mi aiuta a prendersi cura dei suoi fratellini. Mangiano insieme, li aiuta a lavarsi, gli insegna a scrivere e quando andiamo al parco li fa divertire sull’altalena”. Un bambino speciale, che ha deciso di ricambiare l’amore dei suoi nuovi genitori così, prendendosi cura dei suoi fratellini. (Continua a leggere dopo la foto)



I suoi genitori filmano i progressi che Jon e David fanno grazie anche al lavoro di Simon, che a detta della mamma corre in giro per casa per compiere tutte le faccende che riesce a sbrigare. Simon spesso dà da mangiare ai suoi fratelli, anche se a volte è lui a mangiare qualche boccone. “Prendersi cura di questi bimbi può essere una grande esperienza. – ha raccontato la mamma di Simon, Jon e David – Sono sempre eccitati e pieni di gioia. Sono felici per le piccole cose che altri bambini danno per scontato”. (Continua a leggere dopo la foto)




Simone aiuta anche i suoi genitori a lavare i piatti e solleva i suoi due fratelli con paralisi cerebrale dal letto perché non possono farlo da soli. Anche se Simon aiuta con le faccende domestiche in casa, i suoi genitori dicono che passa la maggior parte del tempo a giocare con i suoi fratelli nel soggiorno e nel giardino. Jeremy, che è un insegnante di educazione fisica con esperienza nella formazione di bambini con bisogni speciali, ha detto che Simon, originariamente chiamato Zadock, è il loro quarto figlio adottivo dalla Bulgaria. (Continua a leggere dopo la foto)

 


“Crescere quattro bambini con bisogni speciali richiede molto lavoro e ci sono molte necessità da svolgere. La chiave è trovare la gioia dentro ogni attività che si fa. Recentemente ho cronometrato quanto impieghiamo a lavare i denti a tutti e a prepararli per la notte: 30 minuti, quindi anche impegnandosi al massimo è richiesto un tempo molto lungo. Fortunatamente mia moglie Nicole, che ha fatto l’infermiera per dieci anni, si è licenziata per stare a casa come mamma a tempo pieno e prendersi cura dei bambini” ha dichiarato il padre di Simon.

Trovata morta in casa, giovane mamma lascia 4 figli: “Eri l’amore”