Si voleva scattare il ‘selfie della storia’ con il treno in corsa verso di lui, così si sporge dal cavalcavia e… cade. “È morto!”, starete dicendo. Niente affatto, ecco cosa gli è capitato…


Un selfie può uccidere (o andarci terribilmente vicino)? Evidentemente sì, e questa ne è la prova. Proprio qualche giorno fa abbiamo parlato di un caso molto simile che ha destato molto scalpore. L’unica differenza è che in quel caso, la ragazza che voleva fotografarsi davanti al treno in corsa, è morta. Per questo ragazzo di Abakan, invece la fortuna è stata davvero clemente. La sua unica voglia era quella di farsi una foto sullo sfondo di un treno merci in transito. Così, il 29enne, ha scavalcato una ringhiera del ponte e tenendosi con una mano, ha cominciato a regolare il telefono in direzione del treno e poi il disastro. Il giovane è caduto, precipitando in un vagone da carico vuoto.

(continua dopo la foto)







Foto di repertorio

Dopo la caduta sul treno, l’uomo è svenuto; ha percorso dieci chilometri per poi svegliarsi alla stazione di Tasheba. Si era rotto un calcagno e non poteva muoversi. Nonostante tutto è riuscito a uscire dal vagone e, strisciando, ha superato tre binari, sotto i treni merci fermi. I ferrovieri lo hanno notato e hanno chiamato un’ambulanza. Tutto sarebbe potuto finire tragicamente: solo grazie a un colpo di fortuna il giovane, mentre cadeva, non ha toccato i fili dell’alta tensione e ha evitato il successivo vagone-serbatoio, precipitando in un vagone vuoto. Una fortuna sfacciata visto che poteva morire per molteplici ragioni. Chissà cosa ancora ci porteranno a fare questi selfie?

 

Vuole scattare il selfie perfetto (quello della vita) ma la tragedia è alle sue spalle. Una storia tremenda che ha sconvolto tutti

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it