Giovanni muore in ospedale, la madre poche ore dopo a casa. “Non voleva lasciarlo solo”


L’amore di una madre per il figlio. Un amore così profondo che va anche oltre la morte. La storia che stiamo per raccontarvi è avvenuta durante le feste natalizie a Chivasso, nel Torinese, dove Vally Mantovan, 85 anni, si è spenta nella sua casa una manciata di ore dopo il figlio Giovanni Duval, 57 anni, che era da tempo ricoverato in ospedale per una brutta infezione. Nessuno dei familiari aveva ancora avvisato mamma Vally che Giovanni se n’era andato per sempre. Come se “si sentisse” che il suo ragazzo ora diventato uomo non c’era più, l’anziana l’ha seguito: è morta poco dopo nella sua casa di via Borghetto.

Mamma e figlio, come spiegano i quotidiani locali, avevano vissuto tutta la vita in simbiosi e hanno smesso di respirare a poche ore di distanza, come se la donna avesse deciso di non lasciare Giovanni solo nel suo ultimo viaggio. “Non c’è stato bisogno di dirglielo, lei aveva capito”, raccontano i familiari a cui era noto il legame fortissimo che l’anziana aveva con il figlio ormai adulto. (Continua dopo la foto)




“Giovanni era finito in ospedale il 19 ottobre – racconta a Nuova Periferia la cognata Bruna Piovesan – per un brutto virus che impediva al suo corpo di assimilare liquidi. Era disidratato, e alla situazione già complessa si è poi aggiunta una polmonite. Il 9 dicembre lo hanno dimesso: sembrava stesse bene, ma giorno dopo giorno ci è sembrato peggiorare nuovamente. Il 19 dicembre siamo tornati in ospedale, sempre per un virus o un batterio che nel giro di qualche giorno ha fatto precipitare le cose”. (Continua dopo la foto)




“Il suo cuore si è fermato venerdì 28 dicembre – continua a raccontare la donna -, e non abbiamo detto nulla a mia suocera, nemmeno quando siamo tornati a casa dalle camere mortuarie. Quando l’abbiamo vista, però, a casa, era strana: pensavamo fosse influenza, invece, come ci stanno dicendo tutti, aveva semplicemente ‘capito’ quel che era successo al suo Giovanni. Non ha voluto lasciarlo solo nemmeno davanti alla morte, ha voluto essere accanto a lui in questo ultimo viaggio”. (Continua dopo la foto)


 


Come detto, Vally è morta poche ore più tardi, già nella giornata di sabato 29 dicembre. Una storia che ha commosso tutti a Chiavasso. Come quella dei coniugi di Pinerolo, avvenuta sempre lo scorso 28 dicembre quando Pier Carlo Marchese, 85 anni, ha deciso di seguire la moglie Mirella, morta per cause naturali a 83 anni, gettandosi dal balcone. Non riusciva a immaginare di vivere senza la sua metà con cui era stato per più di mezzo secolo e ha deciso di farla finita.

Uniti fino all’ultimo: Rita e Benito, sposati da 62 anni, sono morti a poche ore di distanza