Il gatto si mette comodo nello scatolone (e viene spedito a mille chilometri di distanza)


Chiunque abbia avuto o ha in famiglia un gatto, sa dell’amore irrefrenabile che i nostri amici a quattro zampe provano per gli scatoloni. Lasciare una scatola aperta in giro per casa significa, con una certezza quasi matematica, trovarci accomodato dentro il vostro micio. Lo sa bene Jacqueline Lake, che per sbaglio ha spedito il suo gatto Baloo a un migliaio di chilometri di distanza.

Il micio era scomparso e per Jaqueline e suo marito sono stati giorni di grande apprensione: nessuno riusciva a trovarlo nei dintorni di casa, neanche tramite la grande collaborazione dei vicini. Nessuno, infatti, poteva sapere che questo gatto, che vive con i suoi padroni nella regione della Nuova Scozia, nell’estremità orientale del Canada, era finito, dopo un viaggio di 17 ore, quasi dall’altra parte del paese, a oltre 1100 chilometri di distanza. (Continua a leggere dopo la foto)






Mentre era intenta a preparare una spedizione, la donna non si è accorta che il suo gatto si era infilato nella scatola dall’orlo inferiore, dove era presente un piccolo buco. ”Eravamo disperati perché non tornava a casa, abbiamo bussato a ogni porta e lo abbiamo cercato dappertutto, anche nei boschi”. Chiuso nello scatolone, l’avventuroso Baloo è finito tra le mani del servizio di consegne Purolator, che ha provveduto a spedire il pacco verso Montreal – per ben diciassette ore e un migliaio di chilometri di viaggio. (Continua a leggere dopo la foto)






È li che è stato scoperto da un dipendente della compagnia di spedizioni che ha visto del liquido colare da una delle scatole. Si trattava dell’urina del povero gatto, decisamente provato dal lungo e scomodo viaggio. Il gatto tigrato è stato affidato alla Spca di Montreal per essere visitato mentre il corriere ha rintracciato la sua famiglia, utilizzando il numero di tracciamento della scatola in cui era rimasto imprigionato. Baloo stava bene, era ”solo un po’ lontano da casa”. Una grande gioia per la sua famiglia che lo stava cercando disperatamente e non aveva immaginato di averlo spedito. (Continua a leggere dopo la foto)



 


Superato lo stress, Baloo è tornato vispo come prima. E a riportarlo a casa, con un viaggio decisamente più comodo dell’andata, ci hanno pensato i volontari della organizzazione Freedom Drivers. Dopo dieci giorni di assenza da casa, il gatto ha potuto riabbracciare i suoi cari. Insomma, se avete un gatto a casa e siete alle prese con le spedizioni fate molta, moltissima, attenzione.

“Non è possibile!”. Il gatto muore e lo seppellisce in giardino, poi è choc totale

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it