Tossisce talmente forte da espellere una parte del polmone


Un colpo di tosse violentissimo. Tanto da fargli espellere un pezzo di polmone. È successo negli Stati Uniti ad un uomo di 36 anni che era stato ricoverato nel reparto di terapia intensiva al Medical Center di San Francisco a causa di una insufficienza cardiaca. Il caso clinico è stato ricostruito sulle pagine del New England Journal of Medicine dai chirurghi dell’Università della California che aveva in cura il paziente.

Al paziente era stato implementato un pacemaker proprio per via di questi suoi problemi, ma durante la prima settimana di trattamento è successo qualcosa di davvero incredibile: l’uomo ha cominciato a tossire violentemente, e durante uno di quei violenti attacchi di tosse ha finito per tirar fuori dalla bocca un albero bronchiale, organo composto da molti “tubi” deputati a distribuire l’aria ai polmoni. Il paziente, che si è ritrovato così senza un polmone, è morto una settimana dopo. (Continua a leggere dopo la foto)




Subito soccorso, il paziente è deceduto una settimana dopo da questo episodio per uno scompenso cardiaco. Non si tratta del primo episodio di questo tipo. Proprio sul New England Journal of Medicine è stato riportato nel gennaio del 2012 il caso di una donna di 40 anni ricoverata a Birmingham: anche lei tossì in maniera così violenta da espellere parte del suo polmone. Particolarmente impressionante la foto che il New England Journal of Medicine ha pubblicato. (Continua a leggere dopo la foto)



Si tratta proprio dell’albero bronchiale destro espulso dal 36enne americano. Dopo aver espulso il pezzo di polmone, l’uomo è stato immediatamente soccorso, sedato e intubato. Dopo una breve ripresa i medici lo hanno estubato e per due giorni l’uomo sembrava essere stabile. Purtroppo, però, una settimana dopo è morto. Nonostante si tratti di un episodio piuttosto raro, come detto, un caso simile era già stato accertato. (Continua a leggere dopo la foto)


 


Era stato sempre il New England Journal of Medicine a riportare la notizia. Nel gennaio del 2012 il giornale ha parlato del caso di una donna di 40 anni che, ricoverata a Birmingham, in Alabama, aveva tossito talmente forte da espellere parte del suo polmone. Si tratta di circostanze rare. Anche perché i polmoni umani sono troppo grandi per adattarsi alla trachea, quindi non è possibile tossirne uno intero. Ma può capitare che, tossendo in modo violento, si possa spingere il polmone negli spazi delle costole e che alcune parti possano essere espulse in questa modalità.

“Non è solo la tosse”. Qual è il sintomo più tipico del tumore al polmone