Morta per l’influenza a 6 anni. Una famiglia distrutta: “Era bella e piena di vita”


Sei anni, una vita appena cominciata. Una bambina “bella, felice e piena di vita”, come la descrive la sua mamma, ora col cuore a pezzi e con un dolore che si porterà dietro per sempre. La sua piccola Allison non c’è più: è morta a causa dell’influenza. Succede tutto nel Montana, Stati Uniti, e lei, Allison Eaglespeaker è la prima vittima nel Paese della stagione influenzale.

Sono stati i genitori a comunicare la notizia del decesso della loro bambina, avvenuto lo scorso 1 dicembre mentre si trovava al Community Medical Hospital di Missoula. Crystal Whiteshield, la madre della piccola Allison, ha riferito ai media locali che sua figlia ha avuto l’influenza e poi una polmonite. E ha voluto anche ricordare la sua bambina, che attualmente frequentava la Russell Elementary School, come una bambina bella, felice e piena di vita: “L’influenza ha portato via la nostra bambina, siamo così devastati”, ha detto affranta. (Continua dopo la foto)




Le autorità sanitarie si sarebbero limitate a dare la notizia della prima giovane vittima senza fornire ulteriori dettagli e nel farlo hanno invitato tutta la popolazione a procedere col vaccino. Non si sa se Allison abbia fatto la vaccinazione antinfluenzale quest’anno, ma le autorità sanitarie del Montana hanno esortato coloro che non si sono ancora vaccinati a farlo il prima possibile in vista di un picco che dovrebbe arrivare nelle prossime settimane. (Continua dopo la foto)



Stando a un comunicato ufficiale reso noto dal Dipartimento della Salute dello Stato e dal Dipartimento di Salute della contea di Missoula, quest’anno sono stati segnalati 36 casi di influenza che hanno provocato sei ricoveri. Nel 2017, invece, i casi registrati sono stati oltre 10mila, con 979 ricoveri e 79 decessi. I funzionari sanitari raccomandano di coprire naso e bocca quando si starnutisce e tossisce, di lavare spesso le mani ed evitare il contatto ravvicinato con persone malate. (Continua dopo la foto)


 


Per sostenere le spese mediche, quelle del funerale e della sepoltura della piccola Allison, la zia della bambina ha avviato una raccolta fondi su Go Fund Me: “Sto raccogliendo soldi per mia sorella Crystal Whiteshield, sua figlia Allison Eaglespeaker ha perso la sua dura battaglia contro l’influenza B e la polmonite. È deceduta il 1 dicembre 2018 mentre era sotto la responsabilità dell’ospedale medico comunitario a Missoula”, si legge sul sito.

Morta a 25 anni: voleva essere più magra il giorno del suo matrimonio