E il papà sposa sua figlia, questo meraviglioso batuffolo di appena 16 mesi. No, non pensate subito male: il motivo di questo gesto non potrà non commuovervi


 

È stata accompagnata all’altare dalla sua mamma e dai suoi fratellini, Rylee, 6 anni, e Jay, 4 e così PoppyMai, di appena 16 mesi, ha sposato il suo papà. Andy Barnard. Lui, d’altronde, quando è nata la prima femminuccia di casa, l’aveva giurato: ”La mia unica figlia avrà un matrimonio degno di una principessa”. Peccato, però, che quel giorno sia arrivato troppo presto e in una circostanza terribile. (Continua a leggere dopo la foto)



Alla piccola Poppy-Mai, infatti, i medici hanno diagnosticato una forma rara e letale di tumore al cervello, destinata a consumarla in soli due giorni. Ad organizzare la cerimonia ci hanno pensato i colleghi di Andy, che è in servizio presso l’aeronautica militare britannica, e così la piccola ha ”sposato” il suo papà. ”Dal giorno in cui scoprimmo che aspettavamo una bambina, ho sempre pensato che avrebbe avuto un matrimonio da sogno. Non avrei mai pensato che sarebbe successo così”, ha commentato l’uomo. (Continua a leggere dopo la foto)


Dopo la notizia della malattia di Poppy-Mai, la vita della famiglia Barnard è cambiata in maniera drastica. È successo tutto quando mamma Sammi ha portato la bimba a un controllo medico. Dopo una serie di esami è arrivata la terribile diagnosi: il cancro era inoperabile e non c’era niente che si potesse fare per la bimba. Dopo diverse settimane passate in ospedale, i medici hanno deciso di rimandare a casa Poppy-Mai per permetterle di passare i suoi ultimi giorni insieme ai suoi cari. E la cerimonia, con festoni e palloncini colorati, è stata celebrata il giorno dopo il suo ritorno a casa: ”Non riuscivo a smettere di piangere. È la nostra unica figlia, aveva spesso parlato del giorno in cui l’avremmo vista sposata. Era così bella. Nessuno è riuscito a parlare perché tutti erano troppo sconvolti e singhiozzavano”, ha aggiunto straziato il signor Barnard.


 

“Ho sentito una voce, forse un angelo, che mi chiedeva di salvare una bambina”. Ed era tutto vero: quella bimba era lì, accanto alla madre morta. Una storia incredibile